Home / Orientamento al lavoro / Bando Ismea: piani formativi per giovani agricoltori

Bando Ismea: piani formativi per giovani agricoltori

Nonostante l’attuale crisi economica continui ad esasperare migliaia di lavoratori e imprenditori, ad oggi, purtroppo, non si è ancora riusciti ad individuare una via d’uscita tale da favorire il miglioramento della situazione. Gli unici elementi positivi che possono essere evidenziati sono, senza alcun dubbio, i vari progetti ed interventi lanciati sia da enti pubblici che privati per offrire un aiuto concreto a tutti i settori economici. Come più volte detto, i giovani sono coloro che maggiormente stanno risentendo delle difficoltà economiche di questo particolare periodo storico poiché, in concreto, non è affatto semplice riuscire ad individuare un ambito lavorativo in cui vi siano reali possibilità di crescita professionale. Tra le numerose iniziative rivolte ai giovani italiani è necessario segnalare la pubblicazione del nuovo Bando Ismea, l’Istituto per i servizi del mercato agricolo e alimentare, il cui obiettivo è la selezione di soggetti attuatori di 51 piani formativi per giovani agricoltori nell’ambito della misura “Promozione dello spirito e della cultura d’impresa” in conformità a quanto indicato dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

Il Bando Ismea mira alla promozione di attività di formazione ed informazione in modo da consentire una reale diffusione di specifiche conoscenze, soprattutto di natura tecnica, divenute oramai indispensabili per tutti coloro che operano nel settore agricolo. Solo per fare un esempio, si pensi alle importanti novità introdotte dalle nuove tecnologie e alla maggiore consapevolezza di quanto sia importante indirizzarsi verso una gestione sostenibile dell’impresa e i relativi vantaggi di tale approccio. L’Ismea punta, quindi, a favorire la creazione di nuovi imprenditori agricoli che siano consapevoli delle numerose possibilità che il mercato offre, ma che siano anche preparati sulla corretta gestione di una realtà aziendale con tutto ciò che questo comporta.

La partecipazione al Bando Ismea per poter attuare i piani formativi è aperta ad alcuni soggetti precisi dotati di specifici requisiti, ovvero: essere accreditati presso le singole Regioni dove, in concreto, si svolgeranno i vari piani di formazione, oppure essere in possesso della certificazione di qualità in base alla norma UNI EN ISO 9001-2008. Naturalmente i destinatari “finali” dell’iniziativa sono i giovani che potranno prendere parte ai piani formativi. Quest’ultimi non devono essere in possesso di particolari requisiti, ma, naturalmente, devono lavorare nel settore agricolo in quanto soci o coadiuvanti in azienda, essere imprenditori agricoli oppure aver intrapreso di recente un percorso di avviamento finalizzato alla creazione di una nuova impresa agricola. I soggetti attuatori che saranno selezionati, dovranno occuparsi della programmazione dei piani formativi che dovranno essere strutturati con criterio facendo particolare attenzione alle reali necessità del contesto agricolo regionale in cui saranno realizzati. In totale, le risorse finanziarie disponibili per realizzare le attività previste dal bando ammontano a 1.896.690 euro. Nello specifico i piani formativi dovranno proporre:

  • corsi di aggiornamento su importanti tematiche come il turismo agro-alimentare, l’agricoltura biologica, la meccanizzazione e le innovative tecniche di imballaggio nonché i sistemi di certificazione e la sicurezza sul lavoro;
  • corsi sulla creazione di un’impresa, soffermandosi ad esempio sulle normative o la redazione del business plan;
  • corsi sulla gestione dell’impresa agricola che, al pari di altre aziende di settori diversi, necessitano di tutta una serie di competenze e conoscenze che spaziano dal marketing all’informatica, dalla gestione economica fino alla padronanza di una lingua straniera.

Inoltre, una volta definiti questi elementi, gli enti potranno definire le modalità di docenza scegliendo tra aula, e-learning, seminari, stage e tirocini, affiancamento o training on the job. Tutte le attività di formazione dovranno essere concluse entro il 31 gennaio 2015. Per i giovani che decidono di continuare ad impegnarsi in questo settore in cui lavorano da tempo, ma senza un’adeguata formazione, il poter partecipare ad uno dei piani formativi previsti, darà loro le basi per poter gestire in maniera corretta l’impresa agricola e, quindi, poter scegliere su cosa puntare maggiormente, elaborando una vera e propria strategia per incrementare il proprio giro d’affari. I tempi sono cambiati ed oramai anche tutte quelle conoscenze e competenze tramandate di generazione in generazione nel settore agricolo, se si desidera essere sempre competitivi nell’attuale mercato, devono essere integrate con le nuove competenze e conoscenze di natura tecnica ed economica.

I soggetti interessati a partecipare al Bando Ismea devono presentare la domanda di partecipazione entro e non oltre il 15 ottobre 2013. Per consultare il bando per esteso è sufficiente visitare il sito ufficiale al seguente link.

 

Elisa Stampa

 





Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *

Scroll To Top