REALIZZA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
REALIZZA
A Led Milano formazione tecnologica gratuita per Pmi e professionisti
microsoft
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
A Led Milano formazione tecnologica gratuita per Pmi e professionisti
microsoft

Milano è sempre più “digitale”, e così le imprese presenti sul suo territorio: nei giorni scorsi è infatti stato inaugurato il nuovo Laboratorio di esperienza digitale (Led), nato con l’intento di promuovere la digitalizzazione capillare di un milione di Piccole e Medie Imprese italiane e 200.000 giovani e dare così impulso a occupazione e crescita facendo leva sulle potenzialità delle nuove tecnologie.
Il progetto, promosso da Microsoft Italia in collaborazione con il Politecnico e il Cefriel e sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero dello Sviluppo Economico, si inserisce nell’ambito dell’iniziativa “Digitali per crescere” di Microsoft.

microsoft

Pixabay | geralt

La struttura, che nel capoluogo lombardo è ospitata presso il Cefriel – ovvero il Center of Excellence For Research, Innovation, Education and industrial Labs partnerships, il centro di eccellenza del Politecnico di Milano che si occupa di formazione, ricerca e innovazione – ha quindi l’obiettivo di diventare un punto di erogazione di formazione gratuita per le Pmi lombarde, per i professionisti e per i giovani. Due saranno gli argomenti chiave su cui ci si focalizzerà: Cloud Computing e Mobility. Si è infatti riscontrato che le Piccole e Medie Imprese che utilizzano il Cloud Computing registrano una crescita più rapida rispetto a quelle che non lo usano e sono in genere più ottimiste rispetto alle prospettive di crescita, di occupazione e di profitto. A livello internazionale le più informate riguardo a questa nuova tecnologia, e quindi più preparate a beneficiarne, sono le imprese dei mercati emergenti, proprio perché spesso le aziende già esistenti da lungo tempo sono più restie a cambiare completamente la propria infrastruttura IT. Proprio per questo motivo, tra le altre attività proposte, Led si occuperà di sostenere le aziende che vogliono puntare sul Cloud Computing aiutandole ad individuare il modello più in linea con le proprie esigenze.

Un altro dei punti di forza di Led sarà quello di offrire formazione gratuita per aiutare i giovani ad acquisire competenze professionali in ambito tecnologico dando loro la possibilità di maturare capacità utili per inserirsi più facilmente nel mondo del lavoro. In questo modo i giovani laureati saranno messi nella condizione di rispondere in maniera più mirata alle esigenze delle Piccole e Medie Imprese locali oppure di dare il via ad una propria attività imprenditoriale sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie.
Non mancheranno le occasioni di formazione per gli studenti universitari, che potranno avere la possibilità di diventare professionisti IT. Al Led, inoltre, gli studenti potranno accedere alla piattaforma digitalipercrescere, grazie alla quale potranno interagire e confrontarsi con gli esperti Microsoft.

Le Piccole e Medie Imprese, che costituiscono la maggior parte delle realtà imprenditoriali italiane, potranno invece mettere a frutto le nuove competenze tecnologiche acquisite grazie a Led per crescere sul mercato: una ricerca effettuata da Microsoft – Boston Consulting Group, infatti, dimostra che le aziende italiane più tecnologiche sono cresciute maggiormente in termini di fatturato e di offerta di posti di lavoro rispetti alle imprese a basso investimento tecnologico.
Le Pmi e i professionisti locali potranno inoltre usufruire di seminari e workshop gratuiti e della possibilità di incontrare i partner Microsoft, il personale universitario del Politecnico di Milano e dei professionisti del Cefriel per avere consulenze personalizzate riguardo a nuovi progetti di innovazione tecnologica.

Francesca Scarabelli

Altri articoli che potrebbero interessarti

Operazione Risorgimento Digitale
Granarolo
premio carlo magno
lavoro sud italia