MENU
POTENZIA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
POTENZIA
Banca d’Italia, quattro borse di studio a favore della ricerca economica applicata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Banca d’Italia, quattro borse di studio a favore della ricerca economica applicata

Anche la Banca d’Italia dà il suo contributo alla formazione di giovani meritevoli e alla ricerca economica applicata mettendo a disposizione quattro borse di studio dedicate ad altrettanti giovani economisti con uno spiccato interesse nell’ambito della ricerca economica applicata e delle sue implicazioni di policy.

Le borse di studio della Banca d’Italia, per le quali è stato appena pubblicato il bando, saranno da fruire a Roma presso il Dipartimento Economia e Statistica; i contributi economici messi a concorso, che saranno di 4 mila euro al mese per ogni borsista, avranno una durata di un anno, eventualmente rinnovabili per un altro anno. Non solo: i borsisti, al termine del primo anno di fruizione della borsa di studio (e quindi da settembre 2016) avranno la possibilità di essere convocati per partecipare a selezioni di personale in vista di assunzioni a tempo indeterminato nel grado iniziale della carriera direttiva.

Nel corso del periodo in cui fruiranno delle borse di studio della Banca d’Italia, i beneficiari avranno il compito di sviluppare un proprio progetto di ricerca proposto da loro stessi, preferibilmente nei settori , international economics, microeconomic behaviour of firms and households, macroeconomics and monetary economics, market design and regulation, public finance e credit banking financial stability corporate finance.

Chi si può candidare per le quattro borse di studio offerte dalla Banca d’Italia? Possono partecipare al bando tutti i candidati che abbiano conseguito il titolo di studio di Ph. D. o di Dottorato o che stiano per ottenerlo; devono inoltre avere un’ottima padronanza della lingua inglese.
Per partecipare alle selezioni c’è tempo fino alle ore 18 del 28 novembre 2014: le domande di partecipazione devono essere inviate tramite l’apposita procedura online disponibile sulla pagina web dedicata all’iniziativa, completa di tutta la documentazione richiesta dal bando. Tra i documenti richiesti ci sono anche due lettere di referenza rilasciate da docenti  universitari o da economisti di centri di ricerca nazionali o internazionali, firmate e redatte su carta intestata: entrambe le lettere devono essere inviate tramite posta elettronica entro il termine di scadenza del bando.

Francesca Scarabelli

STANNO CERCANDO TE!
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.