Un’esperienza di lavoro all’estero, la perfetta padronanza di una lingua straniera, l’aver lavorato in un ambiente internazionale sono tutti fattori che possono aiutare molto nella ricerca di un lavoro, in tutti i settori. Ma come raggiungere questo risultato? Uno dei modi migliori per acquisire questi requisiti è sicuramente quello di effettuare uno stage all’estero, esperienza che, oltre a contribuire in maniera positiva alla crescita professionale di ciascuno, costituisce una grande occasione di crescita personale.

Ma come trovare uno stage all’estero e come orientarsi tra le sempre più numerose proposte in Europa e nel mondo?
Per prima cosa è bene conoscere tutti gli enti che offrono la possibilità di effettuare un periodo di stage lavorativo in Europa. Per quanto riguarda l’Italia, questa possibilità viene offerta dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con la Fondazione Crui attraverso un programma che collega il mondo accademico a quello lavorativo, soprattutto per quanto riguarda Consolati, istituti di cultura e rappresentanze diplomatiche. La Fondazione Crui, inoltre, promuove un altro programma di stage in Europa chiamato Assocamerestero, dedicato principalmente a studenti e laureandi di primo e secondo livello o a ragazzi e ragazze laureati da non più di 12 mesi. Per avere maggiori informazioni, consultare i bandi edeventualmente sottoporre la propria candidatura è possibile visitare il sito web www.fondazionecrui.it.

Un altro importante programma di stage all’estero è quello promosso dall’Unione Europea, ovvero il Progetto Leonardo da Vinci, che nasce con lo scopo di sostenere progetti europei di apprendimento e formazione permanente, sviluppando così la competitività nel mondo del lavoro e, soprattutto, aiutando i più giovani ad acquisire competenze di alto livello ed esperienza internazionale.
Questo programma è rivolto principalmente a giovani con meno di 35 anni che desiderano acquisire qualifiche e competenze universalmente riconosciute in Europa. In genere le borse di studio del Programma Leonardo da Vinci vengono erogate da diversi enti,pubblici o meno, come ad esempio Associazioni, Università o Province, che individuano le aziende più adatta ad ospitare i giovani lavoratori e indirizzano gli aspiranti stagisti verso l’esperienza lavorativa più adatta alle loro competenze. Solitamente queste borse di studio hanno una durata di quattro mesi e comprendono volo di andata e ritorno, vitto, alloggio e talvolta un piccolo compenso da parte dell’azienda che ospita lo stagista. In questo caso il portale da tenere sotto controllo per monitorare i vari bandi per uno stage all’estero e per inviare la propria candidatura è www.programmaleonardo.net.

In ciascuno di questi casi, prima di scegliere uno stage, bisogna verificare attentamente di avere tutti i requisiti richiesti dal bando, a partire dalla giusta età e dalle competenze e dai titoli di studio indicati. Come per tutte le esperienze di stage, sia in Italia che all’estero, sono ovviamente necessarie tanta buona volontà e la voglia di mettersi in gioco. Pronti a partire?