Essere appassionati di cibo non significa solo trascorrere ore ai fornelli oppure ad assaggiare manicaretti nei ristoranti: ci sono molte professioni legate al mondo del food, alcune ancora poco conosciute ma che possono regalare grandi soddisfazioni a chi cerca un’opportunità di lavorare con il cibo.
Tralasciamo quindi le professioni legate al cibo più note, come quella di chef, cuoco, pasticcere, sommelier e così via e concentriamoci invece su professioni meno conosciute ma che stanno prendendo sempre più piede anche in Italia. I requisiti essenziali? Una vera passione per il cibo e una certa dimestichezza con i fornelli e con le materie prime!

Responsabile di catering

Cucinare per molte persone non vi spaventa? La vostra professione ideale potrebbe essere quella di responsabile di catering, ovvero di colui che deve fornire cibo e bevande per eventi speciali come convegni, matrimoni, feste e così via. In questo caso è anche possibile specializzarsi in un ambito, ad esempio quello dei dolci, e collaborare con altri professionisti. Oltre ad una grande abilità ai fornelli sono richieste anche buoni doti organizzative e logistiche.

Personal chef

I grandi numeri non fanno per voi? Allora potete lavorare con il cibo diventando personal chef, una figura retribuita per fare la spesa, cucinare e portare in tavola quanto viene richiesto dal cliente, in genere per fare bella figura con degli ospiti speciali o per offrire una cena speciale ad una persona altrettanto speciale che si vuole conquistare. Abilità richieste? Di sicuro grande adattabilità e la capacità di improvvisare e di cucinare in una cucina sconosciuta.

Forager

Una delle professioni legate al cibo più insolite e recenti è quella del forager, anche se a dire il vero già la praticavano i nostri nonni. Questo lavoro richiede la perfetta conoscenza di erbe, fiori, funghi, cortecce e di tutto quanto cresce spontaneamente e può essere utilizzato in cucina in modo creativo.

Insegnante di cucina

Quale modo migliore per trasmettere la passione per la cucina e per il cibo che insegnare? Si può svolgere questa professione sia in scuole alberghiere sia in istituti privati che organizzano corsi di cucina per insegnare, ad esempio, a cucinare dolci deliziosi, ad impastare il pane oppure semplicemente a non bruciare l’arrosto. Si possono anche offrire lezioni di cucina a domicilio, con pazienza e competenza.

Food explorer

Tra le professioni per lavorare con il cibo non poteva mancare quella di food explorer. Solo una forte passione per tutto ciò che riguarda gli alimenti e i loro sapori caratteristici, infatti, può portare ad esplorare il mondo alla ricerca di nuove spezie o di frutti esotici e di nuovi modi per gustarli. Per svolgere al meglio questa professione, oltre alla passione per il cibo e alla voglia di avventura, servono anche un palato raffinato e la capacità di intuire quali potrebbero essere i nuovi trend in cucina.

Sommelier dell’olio

Se pensate che esistano solo i sommelier che degustano i vini vi sbagliate: una delle nuove professioni legate al cibo è quella del sommelier dell’olio, una figura in grado di degustare professionalmente ogni tipo di olio d’oliva, cogliendone la qualità e le sue caratteristiche particolari grazie alla tecnica di degustazione dello strippaggio, che permette ai sentori dell’olio di distribuirsi tra gola, bocca e naso.

Food stylist

Un piatto, per essere gustato veramente, non deve essere solo buono, ma anche bello. Ad occuparsi di questo aspetto è il food stylist, ovvero il professionista che si occupa di rendere la pietanze gradevoli anche agli occhi dei commensali, non solo al loro palato. Un bravo food stylist non viene ingaggiato solo in occasione di eventi importanti, ma spesso lavora anche per agenzie pubblicitarie e riviste specializzate, utilizzando anche lacche e cere per rendere ogni dettaglio semplicemente perfetto.

Food blogger

Non siete solo bravi a cucinare ma anche a scrivere e ve la cavate anche con la tecnologia? La professione del cibo che fa per voi, allora, probabilmente è quella del food blogger, che in genere cucina, fotografa i suoi capolavori più riusciti e poi ne condivide la ricetta sul web attraverso il suo blog, spesso una fonte preziosa di consigli e indicazioni a tema. I più bravi riescono ad avere un numero elevatissimo di visualizzazioni e a guadagnare abbastanza tramite la pubblicità o a farsi notare da potenziali clienti.

Food writer

Nonostante le apparenze, non è la stessa professione del food blogger. Il food writer, infatti, è un giornalista specializzato nell’ambito del cibo, in grado di raccontare e interpretare gli eventi e le notizie ad esso legati. Spesso visita ristoranti, fotografa ciò che viene servito, parla con lo chef e poi condivide la sua esperienza con i lettori. Inutile dire che serve grande competenza!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here