Se il vostro obiettivo è quello di lavorare per l’Unione Europea di sicuro riterrete molto interessante l’opportunità data dal concorso generale per titoli ed esami pubblicato da EPSO, l’ufficio europeo di selezione del personale, che attualmente è alla ricerca di nuovi funzionari amministratori. Vediamo quindi quali sono i requisiti richiesti per lavorare nell’Unione Europea e come fare per candidarsi.

Lavorare nell’Unione Europea, i requisiti necessari

Per potersi candidare per questa posizione è necessario essere in regola con le norme nazionali in tema di servizio militare, godere dei diritti civili in quanto cittadino di uno Stato membro dell’Unione Europea ed essere in grado di offrire le garanzie di moralità richieste per esercitare le funzioni che si è chiamati a svolgere nell’ambito di questo incarico.
Il candidato ideale, inoltre, è in possesso di un diploma di laurea triennale conseguito entro il 31 luglio 2018, mentre non è richiesto nessun tipo di precedente esperienza professionale.
Ci sono anche dei requisiti linguistici da rispettare: i candidati, infatti, dovranno conoscere almeno due lingue ufficiali dell’Unione Europea, una a livello C1 (conoscenza approfondita) e una a livello B2 (conoscenza soddisfacente).

Come candidarsi per lavorare nell’Unione Europea

Per partecipare alle selezione per lavorare nell’Ue come funzionari amministratori c’è tempo fino al 10 aprile 2018. Si può presentare la propria domanda per via telematica, collegandosi al sito web di EPSO. Per maggiori informazioni è possibile consultare il bando di concorso completo per amministratori.

L’iter di selezione

Una volta completata tutta la procedura di iscrizione al concorso, i partecipanti accederanno ad alcune prove di selezione, e più precisamente dovranno svolgere un test a scelta multipla su computer inerente a ragionamento verbale, numerico e astratto; una prova e-tray che consiste in 15-25 domande che valuteranno le competenze generali dei candidati e infine un assessment center. Quest’ultima prova consiste in una o due giornate che si svolgeranno probabilmente a Bruxelles, nel corso delle quali saranno valutate 8 competenze generali: analisi e risoluzione dei problemi, apprendimento e sviluppo, capacità di produrre risultati di qualità, spirito organizzativo e individuazione delle priorità, leadership e capacità di lavorare in squadra, resilienza. Verrà inoltre valutata la motivazione dei candidati a lavorare per le istituzione dell’Unione Europea attraverso cinque prove.

Funzionari amministratori, le funzioni da svolgere

I 158 funzionari amministrativi che verranno selezionati avranno diverse mansioni, che consistono principalmente nel supportare i responsabili nello svolgimento delle principali attività tipiche delle istituzioni dell’Unione Europea, ovvero gli interventi operativi, le formulazioni politiche e la gestione delle risorse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here