MENU
POTENZIA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
POTENZIA
Borse di studio in Giappone, il bando del MAE
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Borse di studio in Giappone, il bando del MAE

Un periodo di studio in Giappone? Sicuramente un’esperienza forte, di quelle che schiudono nuovi orizzonti, professionali e non solo. Chi volesse partire per il Paese del Sol Levante può candidarsi per usufruire di una delle borse di studio messe a disposizione dal Ministero degli Affari Esteri e dal Governo giapponese, che vogliono offrire questa opportunità a laureandi, laureati e artisti.

Il bando nasce dalla collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri italiano e il Governo giapponese, che insieme offrono l’opportunità di seguire percorsi di ricerca, master e dottorati presso università e importanti istituzioni nipponiche per un durata che varierà tra i 18 e i 24 mesi.

Per partecipare al bando MAE per borse di studio in Giappone è necessario essere in possesso di alcuni requisiti: bisogna innanzitutto essere nati dal 2 aprile 1980 in poi e non essere cittadini giapponesi. E’ poi necessario non essere militari in servizio permanente e non essere studenti iscritti presso università giapponesi. Per quanto riguarda i titoli di studio richiesti, i candidati dovranno essere laureandi in procinto di conseguire il diploma di laurea entro i mesi di settembre o di marzo 2015, laureati o artisti in possesso di un titolo di studio equipollente. E’ necessaria una buona conoscenza della lingua inglese, mentre è indispensabile una buona conoscenza della lingua giapponese per chi volesse svolgere studi approfonditi di linguistica giapponese, di letteratura giapponese, di storia del Giappone, di legislazione giapponese e così via.
Anche chi ha già ricevuto un contributo economico per la formazione erogato dal Governo nipponico può concorrere al bando, a patto che siano già trascorsi almeno tre anni dal suo ritorno in Italia.
Il contributo economico mensile erogato ai borsisti avrà un importo variabile, ma che comunque si aggira intorno ai 1.000 euro; ai partecipanti verranno inoltre pagate le spese per il viaggio (e quindi il biglietto di andata e ritorno per il Giappone in classe turistica) e verranno esonerati dal pagamento delle tasse universitarie.

Le borse di studio saranno erogate per un periodo di 18 o di 24 mesi: nel primo caso i ragazzi che si saranno aggiudicati la borsa prenderanno il volo per il Giappone a partire da ottobre 2015, mentre nel secondo caso la partenza è prevista da aprile 2015 in poi.

Per partecipare al bando del Ministero degli Affari Esteri per le borse di studio in Giappone c’è tempo fino al 15 aprile 2014; le candidature saranno aperte a partire dal 31 marzo 2014. Per candidarsi sarà disponibile un’apposita procedura online sul sito web del Ministero degli Affari Esteri; una copia cartacea della documentazione inviata per via telematica e tutti gli allegati richiesti dal bando dovranno poi essere spediti a stretto giro di posta o consegnati a mano (entro i medesimi termini temporali utili per l’invio delle istanze) all’Ufficio Culturale dell’Ambasciata del Giappone (via Quintino Sella 60, 00187 Roma).

Per avere maggiori informazioni riguardanti questa opportunità di studio è possibile visitare il sito web www.esteri.it e, in particolar modo, la sezione dedicata alle sovvenzioni economiche per italiani per studiare all’estero messi a disposizione da Governi ed Organizzazioni stranieri.

Francesca Scarabelli

STANNO CERCANDO TE!
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.