MENU
POTENZIA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
POTENZIA
Borse di studio per studiare e fare ricerca in Francia
parigi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Borse di studio per studiare e fare ricerca in Francia
parigi

Completare il proprio percorso di studio trascorrendo un periodo all’estero mediante la partecipazione a progetti e d iniziative che consentono di acquisire nuove competenze e migliorare la conoscenza della lingua straniera, è la cosa migliore da fare. In un momento come quello attuale in cui è fondamentale riuscire a distinguersi dagli altri soprattutto durante la ricerca di un’occupazione, poter vantare un’esperienza formativa del genere nel proprio curriculum rappresenta un ottimo biglietto da visita. In relazione a ciò, ad esempio, è necessario segnalare l’apertura del bando per la selezione di candidati italiani interessati ad ottenere borse di studio per studiare e fare ricerca in Francia. Promossa dal Ministero degli Affari Esteri e dall’Ambasciata francese in Italia, questa iniziativa viene proposta ogni anno ed ha diverse scadenze.

Se desiderate perfezionare il vostro francese, approfondire gli studi, specializzarvi oppure essere inseriti in interessanti progetti di ricerca, riuscire ad ottenere una delle borse di studio per studiare e fare ricerca in Francia rappresenta un’opportunità di grande importanza. L’offerta formativa è molto varia e di elevato livello: basti pensare che esistono oltre 170 tipologie di borse studio a cui possono partecipare gli italiani che desiderano svolgere un periodo di studio in Francia.

Ecco una panoramica delle principali.

Borse del Ministero degli Affari Esteri francese

  • Borse Excellence Major dell’AEFE: il programma Excellence Major è rivolto ai migliori allievi stranieri dei licei. Le borse vengono erogate per poter proseguire con dei programmi di formazione di elevato livello e per sostenere gli studi nelle Classes Préparatoires aux Grandes Ecoles. È possibile conservarle per poi beneficiarle per la laurea magistrale. L’AEFE (Agence pour l’Enseignement Francais à l’Etranger) è l’agenzia che gestisce i licei francesi all’esteri.
  • Borse Excellence Eiffel: queste borse di studio si rivolgono a quegli studenti stranieri le cui qualità sono riconosciute e, quindi, apprezzate dagli atenei francesi che con piacere si impegnano ad accoglierli per il proseguimento degli studi. Nonostante l’assegnazione preveda la priorità per le candidature provenienti dai Paesi emergenti, vengono prese in considerazione anche le proposte provenienti dall’Italia.

parigi

Pixabay | Sadnos

Borse europee-mediterranee

  • Borse Erasmus Mundus: finanziato dall’Unione Europea, il rinomato programma Erasmus Mundus sostiene lauree magistrali e dottorati proposti da atenei di almeno 3 diversi Paesi europei. Gli studenti che partecipano a questo progetto svolgono un periodo di studio in almeno di 2 atenei coinvolti.
  • Borse dell’Office Méditerranéen de la Jeunesse: obiettivo dell’OMJ è favorire lo sviluppo e l’integrazione dello spazio euro-mediterraneo facilitando la mobilità e la formazione dei giovani. Ogni anno mette a disposizione varie borse di studio per conseguire una laurea magistrale o un dottorato in itinere.

Borse di post dottorato e finanziamenti per la mobilità dei ricercatori

  • Borse di ricerca in Lingua e Cultura Francese, attribuite dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Francia in Italia in collaborazione con la Fondazione Primoli.
  • Finanziamenti del programma PHC Galilée: obiettivo del programma è sviluppare gli scambi scientifici e tecnologici di eccellenza tra laboratori di ricerca francesi ed italiani.

Borse e finanziamenti degli Enti di ricerca

  • Programme ATIP – Avenir: La borsa corrisponde a un pacchetto che comprende una dotazione di 60.000€/anno, un contratto a durata determinata di due anni per un post-dottorato, più uno stipendio di 3500€/mese per i ricercatori non statutari.
  • Bourse Fernand Braudel-IFER: scienze sociali.
  • Ricercatori invitati dell’IFREMER: scienze del mare.
  • Enhanced Eurotalents: energia e ambiente, scienza della vita e fisica delle particelle.
  • Agreen Skills: agronomia, ambiente e nutrizione.

A queste è necessario aggiungere anche le borse di studio per studiare e fare ricerca in Francia messe a disposizione dalla UIF, cioè dall’università Italo Francese che, mediante 3 differenti tipologie di dottorato, mira a favorire la collaborazione tra i due Paesi per quanto concerne la ricerca scientifica, la cultura e l’istruzione.

Queste sono solo alcune delle numerose iniziative messe a disposizione proprio per chi desidera fare questa esperienza. Un’ottima sintesi con le indicazioni delle scadenze dei vari bandi ed un approfondimento circa i settori interessati e le modalità di partecipazione, è disponibile al seguente link.

 

Elisa Stampa

 

STANNO CERCANDO TE!
Precedente
Successivo
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Altri articoli che potrebbero interessarti