ESPLORA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
ESPLORA
Chef a domicilio, ecco come diventarlo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Chef a domicilio, ecco come diventarlo
Nonostante le difficoltà che si riscontrano attualmente nel mondo del lavoro, sono in molti coloro che proprio nei momenti di crisi riescono a rinnovarsi e creare nuove opportunità lavorative.

In tal senso bisogna evidenziare la rapida diffusione di una nuova figura professionale “nata” in origine negli Stati Uniti, ma che in poco tempo è diventata una vera e propria moda anche nel vecchio continente e in Italia: lo Chef a domicilio. Cuochi, semplici amanti della cucina, ottime casalinghe o diplomati dell’istituto alberghiero: sono proprio questi coloro che negli ultimi tempi hanno iniziato sempre più ad interessarsi a questa nuova e stimolante opportunità di lavoro. I motivi per cui ci si rivolge ad uno chef che cucini a casa sono davvero molti: basti pensare a tutte le occasioni importanti come compleanni, feste, promozioni o semplicemente a una divertente cena tra amici. In tutti questi casi, piuttosto che dover sostenere i costi di certo più elevati di un catering o di un banchetto in un ristorante, ci si può rivolgere a questa nuova figura professionale.

Tra i principali punto di forza, quindi, vi è di certo la possibilità di poter risparmiare notevoli somme senza dover per questo motivo rinunciare alla qualità. Inoltre, si possono concordare tutti i dettagli e le portate del menù, parlandone direttamente con il cuoco e non con i soliti intermediari con cui si è costretti a discutere quando si è in cerca di un catering. Una volta contattato, lo chef a domicilio, si recherà nella casa dove dovrà prestare servizio in modo da fare un sopralluogo della cucina, della attrezzatura necessaria e degli ambienti. Naturalmente qualora fossero necessari degli attrezzi da cucina specifici, non preoccupatevi, perché si occuperà proprio di tutto.
Le mansioni possono essere così riassunte: concordare il menù con il cliente, fare la spesa, scegliere i vini che meglio si accompagnano alle pietanze scelte, cucinare ed impiattare in maniera fine ed elegante, occuparsi del servizio al tavolo e, infine, della pulizia della cucina. Il numero ideale di ospiti, per la perfetta riuscita di una cena organizzata in questo modo è di 12-15 persone perché, ed è bene ricordarlo sempre, il cuoco è da solo e, oltre alla cucina, deve dedicarsi anche al servizio.

Come diventare uno Chef a domicilio

Se non siete dei cuochi o se non avete lavorato in precedenza in vari locali o ristoranti, non temete perché essendo delle cene con un numero esiguo di persone, vi basterà organizzare bene il lavoro e puntare tutto sulla vostra passione e sulla vostra abilità in cucina. Naturalmente l’aver maturato dell’esperienza nel settore oppure l’aver frequentato una scuola alberghiera sono degli elementi che giocano di sicuro a vostro vantaggio. Da un punto di vista “burocratico” per esercitare questa professione dovrete iscrivervi alla Camera di Commercio e aprirvi la Partita Iva come libero professionista. Successivamente dovrete frequentare il corso obbligatorio HACCP il cui obiettivo è quello di garantire che, tutti coloro che si occupano della somministrazione di cibi e bevande al pubblico, siano a conoscenza non solo delle proprietà e dei componenti degli alimenti, ma soprattutto delle norme e delle procedure igienico-sanitarie in vigore. Potrete frequentare il corso presso le Confesercenti, le camere di commercio o altre strutture private autorizzate.
Dopo esservi occupati di questi aspetti, se desiderate diventare uno Chef a domicilio affermato nella vostra zona di residenza e, perché no, puntare anche a fare delle trasferte fuori, dovrete occuparvi della pubblicità. Il miglior modo per farvi conoscere e far apprezzare il vostro lavoro e i vostri piatti, è sicuramente il web. Innanzitutto dovrete farvi fare un sito internet di grande impatto, ricco di informazioni e di foto che testimonino la vostra grande professionalità, poi dovrete occuparvi anche della cura della vostra immagine sui principali social network come Facebook e Twitter grazie a cui potrete anche instaurare un rapporto diretto con i vostri futuri clienti. Seguendo questi semplici passaggi potrete finalmente fare il lavoro dei vostri sogni e distinguervi dagli altri magari specializzandovi in qualcosa di specifico come la cucina vegetariana, ayurvedica, etnica e molto altro.

Altri articoli che potrebbero interessarti

casting tv
bike economy
nuove professioni del settore alimentare