MENU
ESPLORA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
ESPLORA
Chi trova lavoro, trova un tesoro.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Chi trova lavoro, trova un tesoro.

Si sa, la ricerca del lavoro non è cosa facile, soprattutto in tempi duri come i nostri; la trafila è lunga e frustrante. Si comincia con la navigazione in circa un’infinità di siti per offerte di lavoro: i fortunati scovano qualche annuncio appetibile, se non per il ruolo proposto quantomeno per zona e orario, ma ormai si tratta quasi sempre di lavoro temporaneo. D’altra parte una volta ci si sposava mentre oggi molte coppie fanno le prove generali attraverso la convivenza, stesso discorso per i datori di lavoro: “Noi cerchiamo una risorsa a lungo termine – notare come, durante la ricerca del lavoro, si perda lo status di persona- ma il contratto iniziale è comunque di lavoro temporaneo, così possiamo conoscerci meglio, anche lei capirà se l’ambiente le piace”.

Ma torniamo indietro, una volta trovato un annuncio a cui candidarsi attraverso i siti di offerte di lavoro arriva il momento di inviare il curriculum, prontamente limato a seconda dell’azienda a cui ci si rivolge (mettendo in luce le esperienze più attinenti). Il problema è che questi siti di offerte di lavoro – sicuramente insostituibili fonti di aiuto e informazioni – ospitano anche annunci criptati, rendendo la ricerca del lavoro una sorta di caccia al tesoro: talvolta non è chiaro il ruolo per cui ci si candida; altre volte non si sa chi sia l’azienda autrice dell’annuncio o se si tratti di impiego part-time, full-time o, addirittura, collaborazione esterna. E così, tempo ed energie se ne vanno liberi e felici, mentre la ricerca del lavoro prosegue senza sosta incontrando difficoltà varie, accompagnata da una domanda sommessa ma costante: servirà a qualcosa? Alla fine qualcuno lo trova un lavoro?

La buona notizia è che nel primo trimestre del 2011 i paesi europei hanno registrato un calo nel tasso di disoccupazione purtroppo, in Italia, è rimasto stabile (all’8,6%). Ma stabile è pur sempre meglio dell’aumento degli ultimi mesi del 2010: allora, ancora di più, sarebbe stato appropriato affemare che chi trova lavoro trova un tesoro! Adesso i siti di offerte di lavoro la dicono lunga in proposito: gli annunci sono decisamente più numerosi, anche se, a volte, con qualche inghippo: nell’immaginario comune (leggi delle aziende) il lavoro temporaneo ha sostituito quello a tempo indeterminato. Inoltre, chi cerca un impiego qualificato e di settore ha meno chance di altri, paradossalmente trova lavoro chi è meno qualificato appunto perché, non avendo abilità o conoscenze specifiche, è aperto a più opzioni; in altre parole, trova lavoro chi non ha studiato specializzandosi per una particolare professione o coloro i quali, stanchi di vedersi porte chiuse in faccia (o di non intravederle nemmeno le porte!), rinunciano ad anni di studio e impegno, accettando lavori non attiennti alla loro preparazione.

A volte, d’altra parte, non si può agire diversamente: c’è chi deve pur mangiare o chi non se la sente di continuare a fare affidamento su mamma e papà nella speranza di trovare, un giorno, il lavoro desiderato. Da questo punto di vista il famoso lavoro temporaneo è una manna dal cielo: per quanto “a scadenza” si tratta pur sempre di un impiego, (più o meno) seriamente pagato. Certo non consente progetti a lungo termine, ma almeno assicura una buona dose di autostima e rientro personale – non solo economico -, di cui i lavori sottopagati o, peggio, non pagati privano.

STANNO CERCANDO TE!
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Immagina un mondo dove è il lavoro che ti cerca.
Non è più un sogno, ma un progetto a cui stiamo dando forma.

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense

Il mondo cambia in un battito di ciglia. Riesci a stare sempre sul pezzo? Se sei qui è perché sei curioso e questo è un ottimo primo passo. Proseguiamo l’avventura insieme!

Per te che non ti fermi alle apparenze e sei un tipo che va sempre oltre il titolo di un articolo online. Se vuoi scoprire di più (davvero), ma sei stanco del burocratese delle enciclopedie, questa è la tua sezione. 

Nessuno (Avengers a parte) nasce coi superpoteri. La buona notizia che ti diamo è che puoi acquistarli, col tempo e con l’impegno giusto. Come fare? Investi su di te, oggi.  

Jeff Bezos ha dato vita ad Amazon. Chi ha detto che tu non possa creare qualcosa di altrettanto valido? Se hai un sogno (o magari più di uno), ti mancano solo gli strumenti adatti. Inizia ora!

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense