MENU
whiteBorder
REALIZZA
REALIZZA
Come aprire una hamburgeria, i segreti per un’attività di successo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Come aprire una hamburgeria, i segreti per un’attività di successo
L’amore per il buon cibo è una caratteristica tutta italiana, non stupisce quindi che il numero di chi desidera intraprendere un’attività professionale in ambito gastronomico e della ristorazione sia sempre crescente.

Non ci si limita solo a ristoranti e pizzerie: un’alternativa originale è quella di aprire una hamburgeria, dove reinterpretare in chiave tutta italiana il tipico cibo da fast food americano, utilizzando ingredienti di qualità e il gusto per il buon cibo tutto made in Italy.

Come aprire una hamburgeria in Italia?

Cominciamo con il dire che la concorrenza in questo ambito non manca:

Per aprire una hambugeria non è necessario frequentare corsi professionali specifici, ma bisogna possedere una buona dose di fantasia e creatività per individuare e accontentare i gusti dei propri clienti.
Dal punto di vista burocratico, è possibile aprire una hamburgeria sotto forma di ditta individuale, di impresa a conduzione familiare oppure di società; come tipologia di impresa, invece, l’attività può essere sia artigianale che commerciale. La discriminante, in questo caso, è costituita dalle dimensioni del locale e dal budget iniziale di cui si dispone per aprire l’hamburgeria.
Se il budget iniziale è più basso e non si intende offrire un servizio ai tavoli, ma solo da asporto, la formula giusta sarà quella di impresa artiginale, mentre se l’idea è quella di produrre panini e altri piatti e di offrire un servizio di consumazione diretta del prodotto alimentare all’interno del locale, allora bisognerà scegliere di aprire la propria hamburgeria come impresa commerciale.

Inutile dire che in questo caso le procedure per aprire una hamburgeria saranno leggermente più complesse: oltre a dover attrezzare adeguatamente l’area destinata al consumo dei cibi, infatti, il titolare dell’attività dovrà essere in possesso dell’attestato ICAL oppure dovrà essere in grado di dimostrare di avere alle spalle un’esperienza lavorativa di almeno due anni nell’ambito della produzione e della vendita di alimenti negli ultimi cinque anni.

In entrambi i casi, comunque, le attrezzature necessarie per aprire una hamburgeria saranno simili: una cucina attrezzata con un ampio piano di lavoro e un lavandino, una grande piastra professionale per cuocere gli hamburger e un frigorifero capiente o addirittura una cella frigorifera per conservare al meglio le materie prime necessarie.

STANNO CERCANDO TE!
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Immagina un mondo dove è il lavoro che ti cerca.
Non è più un sogno, ma un progetto a cui stiamo dando forma.

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense

Il mondo cambia in un battito di ciglia. Riesci a stare sempre sul pezzo? Se sei qui è perché sei curioso e questo è un ottimo primo passo. Proseguiamo l’avventura insieme!

Per te che non ti fermi alle apparenze e sei un tipo che va sempre oltre il titolo di un articolo online. Se vuoi scoprire di più (davvero), ma sei stanco del burocratese delle enciclopedie, questa è la tua sezione. 

Nessuno (Avengers a parte) nasce coi superpoteri. La buona notizia che ti diamo è che puoi acquistarli, col tempo e con l’impegno giusto. Come fare? Investi su di te, oggi.  

Jeff Bezos ha dato vita ad Amazon. Chi ha detto che tu non possa creare qualcosa di altrettanto valido? Se hai un sogno (o magari più di uno), ti mancano solo gli strumenti adatti. Inizia ora!

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense