Diventare insegnante è il sogno di molti, ma purtroppo il percorso da seguire per diventare docente non è così semplice. Vediamo quindi come si diventa insegnanti.

Bisogna cominciare con il dire che le regole vigenti oggi saranno sorpassate tra poco con l’entrata in vigore del DDL scuola, approvato con il voto di fiducia sul maxi emendamento al Senato dello scorso 25 giugno e successivamente anche dalla camera con 277 voti a favore e 173 contrari.

Cosa cambia quindi con la Buona Scuola per chi desidera diventare insegnante?
Come prima cosa, prima era necessario conseguire un laurea 3+2, sostenendo poi alcuni esami per acquisire crediti specifici inerenti alla classe per la quale si voleva concorrere; il passo successivo era quello di sostenere un pre – test per classe di concorso, affrontando una prova scritta e una prova orale e pagando una tassa di iscrizione per il test. A questo punto era possibile accedere al Tirocinio Formativo Attivo (TFA): un anno di corso con lezioni e tirocinio a scuola, che si concludeva con una prova d’esame alla quale seguiva l’abilitazione relativa alla classe di concorso prescelta. Il costo da sostenere per frequentare il Tirocinio era di circa 2.500 euro. Non è tutto: ottenuta l’abilitazione, era necessario partecipare ad un concorso; vincendolo si accedeva al ruolo e, dopo un anno di prova, si poteva essere assunti a tempo indeterminato.

Con l’introduzione del DDL Scuola, la procedura per diventare insegnante sarà in parte diversa: si parte sempre da un titolo di laurea 3+2 completato da alcuni esami necessari per conseguire crediti specifici per la classe per la quale si vuole concorrere, seguito da una selezione per classe di concorso. A questo punto, il passo successivo è un periodo di apprendistato di tre anni, che consiste in un percorso di studio e tirocinio con responsabilità via via maggiori, ma retribuito fin dal primo giorno. Dopo questo periodo si accede ad un anno di prova e si ha quindi la possibilità di entrare in ruolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON AVERE FRETTA!

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai una volta ogni 15 giorni gli articoli del blog che hanno avuto più successo tra i lettori di MONDOLAVORO.
È un’opportunità, è gratuita, è riservata a chi desidera un’informazione libera e competente.