REALIZZA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
REALIZZA
Con Impresa in azione gli studenti diventano imprenditori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Con Impresa in azione gli studenti diventano imprenditori

Non è mai troppo presto per “diventare” imprenditori e imparare tutti i segreti del mestiere. E’ questa la filosofia di Impresa in azione, il programma di educazione imprenditoriale proposto e promosso nelle scuole italiane dell’associazione non profit Junior Achievement Italia. Si tratta di un programma talmente valido da essere inserito dal MIUR tra i percorsi di alternanza scuola – lavoro per l’anno scolastico 2015 – 2016: Impresa in azione, inoltre, è già riconosciuto dalla Commissione Europea come valida strategia a lungo periodo per la crescita e l’occupabilità dei giovani, in quanto riesce a fornire a migliaia di studenti in tutta Europa gli strumenti per vivere una concreta esperienza imprenditoriale.

In cosa consiste Impresa in azione? Con questa iniziativa gli studenti imparano già dai banchi di scuola a sviluppare e gestire una start up, acquisendo abilità, strumenti e competenze che saranno preziosi a chi “da grande” vorrà davvero creare e gestire la propria impresa. Con Impresa in azione si diventa imprenditori a tutto tondo: si comincia dalla stesura di un business plan e dalla creazione di un prodotto o di un servizio per poi proseguire con la sua promozione in fiere di settore locali o internazionali, effettuando scelte di mercato e imparando a valutarne i risultati ed affrontarne le conseguenze. Non solo: gli imprenditori in erba dovranno necessariamente sviluppare un buona capacità di problem solving e di lavorare in squadra, far emergere le proprie doti di leadership e confrontarsi con le esperienze di altre scuole italiane ed europee.

All’interno di ogni scuola che aderisce all’iniziativa Impresa in azione ci dovrà essere almeno un docente della scuola stessa, opportunamente istruito e formato, che darà il suo supporto agli studenti – imprenditori della scuola e si occuperà di coordinare le varie attività; questo docente sarà inoltre affiancato da un esperto d’azienda che metterà gratuitamente il suo tempo e la sua esperienza a disposizione dei ragazzi.
Alla fine del percorso i giovani che hanno partecipato a Impresa in azione ricevono dalla Commissione Europea la certificazione europea che attesta il possesso di competenze imprenditoriali a livello teorico e pratico.

Dopo questa esperienza altamente formativa, afferma l’associazione promotrice del progetto, circa 1 giovane partecipante europeo su 5 riesce davvero ad avviare la sua impresa nel giro di cinque anni dalla conclusione di questa esperienza.

Impresa in azione si rivela quindi un progetto efficace e innovativo per avvicinare i giovani delle scuole superiori all’imprenditoria, ma non solo: questa esperienza, infatti, permette anche ad aziende e imprese di venire in contatto con giovani di talento, pieni di entusiasmo e di nuove idee, che possono essere un valido acquisto per l’azienda.
Docenti e studenti delle classi terza, quarta e quinta degli istituti superiori, esperti d’azienda o volontari che sono interessati a partecipare al progetto Impresa in azione nell’anno scolastico 2015 – 2016 possono registrarsi online; inoltre i partecipanti all’iniziativa possono avere tutte le informazioni utili, reperire gli strumenti utili per gestire le attività e creare la pagina web della propria impresa sulla piattaforma web www.impresainazione.it.

Altri articoli che potrebbero interessarti

crowdfunding
stretta di mano
business model canvas
restoalsud