MENU
CONOSCI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
CONOSCI
ENPAB, una cassa previdenziale contro le discriminazioni di genere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
ENPAB, una cassa previdenziale contro le discriminazioni di genere
Il gender gap è sempre più al centro dell'attenzione, anche e soprattutto per quanto riguarda il mondo del lavoro. Le iniziative non mancano e ce ne sono alcune promossa da Casse Privatizzate come l'ENPAB, l'ente previdenziale dei biologi.

L’ENPAB è sempre più rosa: l’ente previdenziale dei biologi, infatti, spicca sia per il numero di iscritte sia per un’iniziativa promossa a favore della parità di genere.

Cos’è il gender gap?

Si parla di gender gap per evidenziare un problema che attira sempre di più l’attenzione non solo delle persone, ma anche e soprattutto di politica, imprenditoria, istituzioni pubbliche e mercato del lavoro in generale, sistema previdenziale compreso. Il termine indica in breve la disparità di trattamento, economico ma non solo, dovuta alla differenza di genere, che nella quasi totalità dei casi vede le donne penalizzate rispetto agli uomini.
Ci sono infatti una serie di fattori che complicano ogni aspetto della vita delle donna anche nella nostra società, non ultimo l’ambito lavorativo. Qui questa disparità si concretizza in difficoltà di accesso ad alcune professioni o al mondo del lavoro in generale, in stipendi più bassi e in una maggiore difficoltà a fornire gli strumenti per conciliare la famiglia e la carriera.

Gender gap e previdenza

Come è facile pensare, questi fattori discriminanti hanno conseguenze l’uno sull’altro, creando un circolo vizioso difficile da spezzare. Una minore possibilità di accesso all’istruzione, ad esempio, rende meno competitive sul mercato del lavoro. Questo, a sua volta, si traduce spesso in stipendi più bassi e ciò influisce anche sulla pensione, che avrà un importo minore.

Ma, quando parliamo di pensioni, dimentichiamo che non esiste solo il sistema previdenziale pubblico, cioè l’Inps. Ci sono infatti anche le casse privatizzate come quelle dei liberi professionisti. Alcune di queste, come vedremo, si sono rese protagoniste di interessanti iniziative a favore delle iscritte donne.

Cos’è ENPAB?

L’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Biologi, comunemente detta ENPAB, è la cassa biologi. E’ in pratica la fondazione di diritto privato che si occupa della previdenze e dell’assistenza per chi svolge la libera professione di biologo. L’iscrizione all’ENPAB è obbligatoria se si è in possesso di determinati requisiti. In particolare, bisogna iscriversi quando si pratica la libera professione in forma singola o associata senza vincolo di subordinazione e quando si consegue un reddito da questa attività.
L’ENPAB si occupa di erogare le pensioni, di fornire assistenza e del welfare a favore degli iscritti.

ENPAB e le iniziative al femminile

L’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Biologi si tinge sempre più di rosa. Alla sua guida attualmente c’è proprio una donna, Tiziana Stallone, e i dati relativi al 2018 evidenziano una quota femminile di maggioranza all’interno della propria popolazione di riferimento. Le biologhe ENPAB, infatti, sono ben il 72% del totale degli iscritti. Non solo: per ogni fascia di età la componente femminile è superiore al 70% del totale, ad eccezione della fascia over 65. A conferma che questa professione attira sempre più giovani donne c’è un dato in particolare: il 60% delle iscritte ha un’età compresa tra i 30 e i 45 anni.

Le Casse di Previdenza sono da sempre impegnate a promuovere misure di welfare per sostenere i propri iscritti. Avendo una preponderanza di iscrizioni in rosa, non c’era da dubitare che l’ENPAB promuovesse delle iniziative al femminile.

Da un lato, infatti, la disparità dei redditi tra uomo e donna per quanto riguarda gli iscritti rispecchia il trend nazionale. Dall’altro, invece, è stato rilevato che la crescita del reddito medio presenta delle particolarità. Il reddito medio nel 2017 è infatti cresciuto del 5% sia per gli uomini che per le donne, ma con una distribuzione a vantaggio delle donne: 15% contro 9%.

A cosa si devono questi dati? In parte anche alle politiche di welfare messe in campo proprio da ENPAB per le proprie iscritte. Ci sono ad esempio le prestazioni assistenziali più diffuse e apprezzate, come il sussidio asilo nido, l’assegno di studio per i figli, le indennità di maternità o di paternità.

ENPAB e la tutela della maternità

La nuova iniziativa promossa da ENPAB riscontrerà di sicuro la stessa approvazione. Si tratta della “tutela per la maternità”, una copertura aggiuntiva erogata a favore delle biologhe iscritte che dal 16 aprile 2019 al 15 aprile 2020 risultino in stato di gravidanza.

L’iniziativa ha lo scopo di tutelare il periodo della gravidanza e quello post parto dal punto di vista medico, ma anche da quello psicologico, altrettanto importante. A questo proposito è stato istituito un massimale annuale di 2.000 euro per ogni nucleo famigliare.

Questa nuova misura è un ulteriore passo in un disegno globale che la Cassa sta promuovendo a favore delle professioniste iscritte. Come possiamo vedere, questo disegno che sta già dando i suoi frutti.

Crea il tuo sito ecommerce
Scegli le nostre soluzioni e realizza il tuo nuovo ecommerce!

Consulenza per l’ecommerce
Richiedi una consulenza ai nostri esperti per il tuo sito ecommerce.

Checkup sito ecommerce
La nostra analisi tecnica ti offrirà una panoramica oggettiva delle criticità che stanno rallentando le tue vendite.

Promuovi il tuo sito ecommerce
Se vuoi che i tuoi potenziali clienti finalmente scoprano il tuo negozio e possano sceglierlo per i propri acquisti, scegli un partner professionale ed esperto per realizzare le tue campagne pubblicitarie. Dai finalmente visibilità al tuo brand!

Finanziamenti ecommerce
Questo è il momento giusto. Approfitta delle preziose opportunità proposte dalle Camere di Commercio, dalle Regioni, dal MISE e dalla Comunità Europea per ricevere un finanziamento a fondo perduto o a tasso agevolato.

Formazione per l’ecommerce
Scopri subito se puoi accedere gratuitamente ai piani di formazione finanziata, nazionali e regionali, e migliora in poco tempo le tue competenze nel settore dell’ecommerce.

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Puoi indicarci come?

Altri articoli che potrebbero interessarti