CONOSCI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
CONOSCI
Green Jobs: quando la passione per l’ambiente e lo sport crea lavoro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Green Jobs: quando la passione per l’ambiente e lo sport crea lavoro
Nonostante le difficoltà economiche del momento, vi è un settore in costante crescita capace di creare numerose opportunità lavorative: la green economy.

Negli ultimi anni, infatti, si sta assistendo non solo alla diffusione di una maggiore consapevolezza circa l’importanza dell’ambiente e della sua salvaguardia, ma anche ad un vero e proprio boom di quelli che vengono definiti green jobs, cioè i “lavori verdi”. Si va dagli avvocati ambientali e dai comunicatori ambientali agli esperti nel settore fotovoltaico, dall’energy manager allo stilista di moda sostenibile, solo per fare qualche esempio. Per fare una maggiore chiarezza circa le competenze e la formazione necessaria per poter svolgere questi nuovi lavori è la stata creata la “Guida alle nuove professioni nell’ambiente e nello sport”, frutto di due progetti voluti per aumentare appunto l’accesso ai green jobs e realizzati dal CTS, il Centro Turistico Studentesco e Giovanile, e dall’Associazione Carta Giovani con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Disponibile gratuitamente online, si configura come un pratico manuale da consultare in cui sono racchiuse tutte le informazioni necessarie e numerosi consigli utili per tutti coloro che decidono di intraprendere una delle carriere presentate.

La guida analizza i profili di ben 40 nuove professioni così distinte: 17 operanti nel mondo dello sport e 23 nella green economy. Ad ogni profilo è dedicata una scheda ricca di informazioni generali sulle principali mansioni di competenza, ma anche con vari approfondimenti circa il percorso formativo più indicato e la segnalazione di siti internet in cui è possibile reperire ulteriori informazioni necessarie.
Di cosa si occupano nello specifico questi nuovi green jobs? Ecco qualche esempio.

  • Agricoltore bio: è colui che mira ad ottenere rilevanti risultati produttivi nel rispetto dei principi dell’agricoltura biologica mirando, ad esempio, allo sfruttamento della naturale fertilità del suolo e limitando al minimo eventuali interventi esterni.
  • Comunicatore ambientale: si occupa della creazione e dello sviluppo dell’immagine ambientale di un’impresa o di un’istituzione. Tale figura è nata con l’obiettivo specifico di incrementare la consapevolezza circa l’importanza della tutela dell’ambiente da parte dell’opinione pubblica. Opera a stretto contatto con il settore marketing e si occupa della gestione di campagne di comunicazione sia nel breve che nel lungo termine.
  • Ecoauditor: noto anche come verificatore ambientale d’impresa, è colui che si accerta che gli impianti e i processi produttivi di un’azienda siano conformi alla legislazione nazionale e internazionale in materia di impatto ambientale, attualmente in vigore.

Molte le nuove professioni anche nello sport in cui, nella maggior parte dei casi, è proprio la passione per una determinata disciplina che spinge a trasformare un hobby in un vero e proprio lavoro. La generale tendenza di allontanarsi dalle città, di andare in cerca di un po’ di sano relax lontano dal classico tran tran quotidiano, ha spinto moltissime persone a svolgere attività fisica all’aria aperta: ciò ha portato alla creazione di professioni come l’istruttore di canoa o di vela, il maestro di rafting, la guida alpina, l’istruttore di parapendio o di trekking.
Ambiente e sport, dunque, potrebbero essere i settori vincenti su cui puntare per uscire da questa profonda crisi. A conferma di ciò vi sono i dati resi noti dal Ministero dell’Ambiente in cui si evidenzia come tra il 200 e il 2012 si è passati da circa 2 a 4 milioni di persone in Europa che svolgono i cosiddetti green jobs. A questo bisogna aggiungere le numerose opportunità provenienti dal settore del biogas che nell’ultimo anno ha raddoppiato la ricerca di nuove figure professionali creando importanti possibilità di inserimento lavorativo soprattutto per i neolaureati in biologia e in tecniche agrarie. Una tendenza questa che non può di certo passare inosservata.
Per non dimenticare il campo delle energie ecosostenibili in cui spicca il fotovoltaico che continua a richiedere sempre più specialisti che si occupino soprattutto della manutenzione e gestione degli impianti e del controllo della produttività.

Altri articoli che potrebbero interessarti

vigili-del-fuoco
corsi sicurezza sul lavoro
_OSTEOPATA
licenziamento