CONOSCI
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Il Lean Manager: nuova professione del settore economico

La crisi economica, le continue innovazioni tecnologiche ed informatiche, la diffusione di un maggiore consapevolezza green sono solo alcuni dei fattori che hanno progressivamente contribuito ad una vera e propria trasformazione del mercato del lavoro. Basta pensare a 10 anni fa e notare come, in un arco di tempo così breve, si siano verificati davvero molti cambiamenti. Tutto ciò, naturalmente, ha delle evidenti ripercussioni sul mondo del lavoro che si va modificando per adattarsi alle nuove tendenze.

Negli ultimi anni, ad esempio, sono state create nuove professioni di cui, fino a poco tempo prima, non si sapeva assolutamente nulla. In riferimento a ciò, la crisi economica nonostante stia continuando a mettere in seria difficoltà migliaia di lavoratori ed imprenditori, dall’altro lato ha consentito lo sviluppo di nuovi lavori ad essa in un certo modo connessi. È il caso del Lean Manager un importante professionista il cui compito è di incrementare il valore dell’azienda per cui lavora mediante la riduzione al minimo delle spese di settore.

Diventato in pochissimo una delle nuove professioni maggiormente richiesta dalle imprese soprattutto all’estero, il Lean Manager offre un aiuto concreto a tutte quelle aziende che si trovano in un particolare momento di crisi economica. Sono in particolar modo le imprese estere più importanti ad essere in cerca di giovani motivati, naturalmente, con una formazione consona al ruolo, da inserire nel proprio organico per svolgere tale attività e raggiungere rilevati obiettivi come l’ottenere una maggiore competitività aziendale, l’investire in nuove tecnologie ed ottimizzare la gestione interna.

Concretamente il compito primario del Lean Manager è quello di eliminare gli sprechi aziendali che derivano di solito da una cattiva gestione sia delle risorse umane che di quelle aziendali. Queste le sue principali mansioni: effettua delle analisi approfondite dei processi produttivi con l’obiettivo di migliorarne l’efficienza; cerca eventuali problemi o inesattezze che conducano a spese non necessarie; massimizza il valore per il cliente; valuta i principali indici di performance produttiva e opera, in generale, a stretto contatto con i vari dipendenti dell’azienda con cui si confronta nel tentativo di comprendere anche le necessità dei vari lavoratori ed individuare, insieme, le strategie da adottare per ottimizzare i flussi aziendali. Nel suo lavoro, quindi, è fondamentale avere una panoramica completa e chiara dell’azienda presso cui opera, della sua organizzazione interna, del fatturato, ma anche degli obiettivi futuri verso cui si vuole tendere in maniera tale da poter elaborare un piano tale da consentire una razionalizzazione delle risorse economiche disponibili e, quindi, una reale eliminazione delle spese non necessarie.

Per comprendere fino in fondo l’approccio sostenuto dallo lean management risultano esaustive le parole di Alessandro Grecu, direttore di Leanproduction.it e di Grecu Consulting, così come riportate sul sito internet ufficiale: lean è ‹‹un metodo per massimizzare il valore della propria azienda – ed il suo continuo updating – promuovendo tra le altre cose anche la “caccia agli sprechi” come leva culturale e come guida per pensiero ed azione. E’ un metodo che è sempre stato molto importante ma oggi con la recessione di massa in corso e l’economia che sta profondamente cambiando.. è un approccio fondamentale per candidarsi ad avere un possibile futuro››. Nonostante, infatti, secondo le ultime dichiarazioni dell’OCSE, le aziende europee stiano progressivamente superando il difficile periodo di crisi economica, a conti fatti sono ancora molto numerose quelle imprese che rischiano di fallire se non adottano misure drastiche che, nella maggioranza dei casi, si concretizzano nella riduzione del personale. Grazie all’operato del Lean Manager si mira a scongiurare tutto ciò e a massimizzare le risorse ed il capitale di cui l’azienda in questione può disporre.

I principali candidati per divenire Lean Manager sono i giovani neolaureati in possesso di un titolo di studio in economia, ingegneria meccanica o gestionale: le competenze richieste sono trasversali e di varia natura. Come di consueto oramai, si hanno maggiori opportunità di svolgere questa nuova professione se si ha una buona padronanza della lingua inglese, sia scritta che parlata. A causa dei tempi particolarmente difficili da un punto di vista economico, quindi, è stata creata questa innovativa figura professionale per combattere contro gli sprechi che, nell’insieme, contribuiscono a determinare la deriva di molte realtà aziendali sia nazionali che estere.

 

STANNO CERCANDO TE!

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Immagina un mondo dove è il lavoro che ti cerca.
Non è più un sogno, ma un progetto a cui stiamo dando forma.

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense

Il mondo cambia in un battito di ciglia. Riesci a stare sempre sul pezzo? Se sei qui è perché sei curioso e questo è un ottimo primo passo. Proseguiamo l’avventura insieme!

Per te che non ti fermi alle apparenze e sei un tipo che va sempre oltre il titolo di un articolo online. Se vuoi scoprire di più (davvero), ma sei stanco del burocratese delle enciclopedie, questa è la tua sezione. 

Nessuno (Avengers a parte) nasce coi superpoteri. La buona notizia che ti diamo è che puoi acquistarli, col tempo e con l’impegno giusto. Come fare? Investi su di te, oggi.  

Jeff Bezos ha dato vita ad Amazon. Chi ha detto che tu non possa creare qualcosa di altrettanto valido? Se hai un sogno (o magari più di uno), ti mancano solo gli strumenti adatti. Inizia ora!

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense