MENU
POTENZIA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
POTENZIA
Istituto Italiano per gli Studi Storici: borse di studio per i laureati in discipline umanistiche
laurea
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Istituto Italiano per gli Studi Storici: borse di studio per i laureati in discipline umanistiche
laurea

Nonostante siano in numero inferiore rispetto a quelli rivolti per le altre discipline, quest’anno anche coloro che hanno intrapreso la strada della studi umanistici hanno l’occasione di partecipare a dei concorsi di grande rilievo. Senza alcun dubbio, infatti, spicca il concorso indetto dall’Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli che mette in palio per i più meritevoli 15 borse di studio per i laureati in discipline umanistiche, ovvero storiche, filosofiche e letterarie o dottorati di ricerca. Fondato nel 1946 da Benedetto Croce, l’Istituto si è sempre prodigato per favorire la formazione e l’approfondimento culturale dei giovani storici: si organizzano spesso conferenze, seminari, dibattiti e vengono pubblicate importanti collane editoriali. Se, quindi, desiderate fare carriera in questo campo, questa potrebbe essere l’occasione che fa al caso vostro.

laurea

Pixabay | McElspeth

Le borse di studio per i laureati in discipline umanistiche permetteranno ai vincitori di frequentare i corsi, le lezioni e i seminari contribuendo, in questo modo, ad una rilevante crescita nell’ambito accademico per quanto concerne la ricerca in ambito storico. Secondo quanto specificato nel bando, l’Istituto Italiano per gli Studi Storici assegnerà le seguenti borse di studio:
14 borse dell’importo di 11.500 euro ciascuna (per i residenti in Campania l’importo è di 9.300)
1 borsa intitolata Federico II offerta direttamente dall’Università di Napoli per i laureati nelle università italiane con una tesi di argomento medievistico, dell’importo di 10.300 euro.

Per poter partecipare al concorso è necessario avere massimo 32 anni compiuti entro la data di scadenza del bando ed essere in possesso della laurea magistrale o del titolo di dottore di ricerca. Per avere maggiori informazioni a riguardo e verificare tutti i requisiti necessari per prendere parte al concorso è possibile scaricare il bando oppure contattare direttamente la segreteria dell’Istituto ai seguenti numeri telefonici: 081/5517159 – 081/5512390.

Se desiderate ottenere una delle borse di studio per i laureati in discipline umanistiche erogate dall’Istituto Italiano per gli Studi Storici, dovrete scaricare e compilare la domanda di partecipazione e consegnarla a mano o inviarla, entro il 6 settembre 2013, al seguente indirizzo: Istituto Italiano per gli Studi Storici, Via Benedetto Croce 12, 80134 Napoli. Oltre al modulo della domanda, adeguatamente compilato, i candidati dovranno allegare vari documenti tra cui una fotocopia della carta di identità; un curriculum dettagliato e aggiornato con l’indicazione delle lingue straniere conosciute; il programma di ricerca che illustri al meglio il progetto e le fonti che si desiderano utilizzare per approfondire il proprio lavoro di ricerca; lettere e attestati di almeno due studiosi con cui il candidato ha avuto modo di lavorare o collaborare; certificato di laurea magistrale o specialistica con l’indicazione degli esami sostenuti e dei relativi voti conseguiti, o il certificato di dottorato ed altri ancora. Per essere ammessi alla selezione l’importate è presentare tutta la documentazione completa entro e non oltre la data di scadenza del concorso.

Una commissione di esperti si occuperà della valutazione di tutta la documentazione. Successivamente, i candidati che supereranno la prima fase di selezione saranno contattati per sostenere un colloquio conoscitivo di approfondimento. Coloro che diventeranno i titolari delle borse di studio per i laureati in discipline umanistiche riceveranno i soldi in varie rate nel corso dell’anno: durante questo periodo dovranno risiedere a Napoli dove dovranno frequentare i corsi e i seminari e svolgere il proprio programma di ricerca. Da maggio in poi gli studiosi saranno liberi di potersi recare anche all’estero per poter approfondire i propri studi. Infine, entro il 31 luglio 2013 dovranno redigere una relazione sulle attività svolte e, entro il mese di ottobre 2014, avranno l’obbligo di preparare un lavoro scientifico da svolgere con il supporto e la supervisione dei docenti dell’ Istituto Italiano per gli Studi Storici.

Elisa Stampa

 

 

 

 

 

STANNO CERCANDO TE!
Precedente
Successivo
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.