I giovani architetti hanno una possibilità in più per far conoscere la propria creatività e le proprie competenze ad una clientela selezionata. Questa opportunità è costituita da concorso per architetti aperto a Roma finalizzato a creare un network di professionisti del settore dell’architettura. Il bando di selezione, rivolto a giovani creativi italiani e stranieri laureati in Architettura e iscritti al relativo Ordine professionale, è stato pubblicato da IDF – Italian Design Factory, una start up innovativa che ha la sua sede in provincia di Reggio Calabria. La società, nata da un’idea di Ivan Laface, che assieme ad altri giovani professionisti under 35 del mondo dell’architettura ha deciso di valorizzare la produzione Made in Italy e la ricerca della qualità nell’ambito dell’architettura e di cambiare il modo di mettere in contatto i clienti e le aziende leader del settore.

Al concorso bandito da Italian Design Factory possono partecipare giovani designer e architetti in possesso di alcuni requisiti: i candidati devono infatti essere maggiorenni e avere cittadinanza europea o extraeuropea ma residenza sul territorio italiano ed essere in possesso di una laurea in architettura conseguita in uno degli atenei italiani o un Istituto di Istruzione Superiore equiparato. I partecipanti al contest dovranno inoltre essere iscritti all’Ordine degli Architetti P.P.C. alla sezione A o B – settore A di una qualsiasi Provincia italiana, essere titolari di partita Iva (o, in alternativa, essere disposti ad attivarla entro 15 giorni dall’eventuale superamento della selezione) e avere disponibilità di uno studio professionale a Roma.

Il contest per architetti, che parte da Roma per raggiungere poi le maggiori città italiane, si articolerà in tre diverse fasi. La prima consisterà nella registrazione online dei concorrenti intenzionati a mettere alla prova le proprie capacità; dopo la registrazione sarà possibile caricare il proprio portfolio professionale online. Potranno quindi essere allegati lavori già realizzati, lavori in corso di realizzazione oppure ancora in fase di progettazione. Il portfolio può essere composto da render, schizzi, disegni esecutivi e avere impaginazione libera su formato A4 (risoluzione max 150 dpi), con una dimensione massima di 5 megabyte.
Successivamente avrà luogo un colloquio con i membri dello staff di Italian Design Factory, che a seconda delle necessità potrà avvenire anche via web. La terza e ultima fase, infine, consisterà nella soluzione di un caso pratico: una consulenza d’interni della durata approssimativa di due ore con un beta tester, ossia con un potenziale cliente selezionato da Italian Design Factory.
Nessun compenso o rimborso spese verrà corrisposto ai partecipanti del concorso: il premio in palio è la possibilità di entrare a far parte del network professionale degli organizzatori.

Per partecipare al contest e accedere così alle tre fasi di selezioni, gli aspiranti candidati dovranno semplicemente compilare il modulo online di registrazione reperibile all’indirizzo web idfsrl.com (dove si possono trovare e scaricare anche il bando di concorso e il relativo regolamento), corredandolo con il proprio curriculum vitae in formato europeo, foto e portfolio professionale dei propri lavori. Non c’è una vera e propria data di scadenza, ma è comunque consigliabile affrettarsi ad inviare la propria domanda di partecipazione perché verranno prese in considerazione le prime cento registrazioni effettuate.

Francesca Scarabelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON AVERE FRETTA!

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai una volta ogni 15 giorni gli articoli del blog che hanno avuto più successo tra i lettori di MONDOLAVORO.
È un’opportunità, è gratuita, è riservata a chi desidera un’informazione libera e competente.