Di solito, quando si è in procinto di scegliere un corso di studi, ci si interroga sulle prospettive lavorative future e sulle lauree che con il tempo porteranno ad ottenere uno stipendio più alto. Ma quali sono invece le lauree che portano ad uno stipendio più basso, almeno per quanto riguarda l’Italia? Ecco quindi la classifica dei corsi di laurea che sarebbe bene non intraprendere se non si ha una forte motivazione e, soprattutto, se si sognano stipendi da favola. La ricerca è stata condotta in base ai dati raccolti dal Centro per l’educazione e la forza lavoro della Georgetown University.

Ovviamente non può che trattarsi di un elenco di massima, perché contano molto le capacità personali dimostrate sul campo, il momento in cui si cerca lavoro, il voto di laurea, l’istituto presso cui si consegue il titolo di studio e, perché no, in qualche caso entra in gioco anche la fortuna.

Lauree che portano ad uno stipendio più basso: scienze della formazione primaria

Volete insegnare in un asilo nido o in una scuola dell’infanzia italiana? Sappiate che pare che in Italia i laureati in questo ambito siano i più penalizzati a livello di prospettive economiche…

Servizi per la persona e l’accoglienza

La facoltà che preparano a lavorare nell’ambito dell’assistenza e dei servizi sociali non sembrano da meno: lo stipendio è quasi sempre basso e la ricerca del lavoro è spesso molto difficoltosa.

Storia dell’arte tra le lauree meno redditizie

Se non siete spinti da una forte passione per l’arte e la bellezza, dimenticate anche la laurea in storia dell’arte! Questo titolo di studio risulta infatti nella lista dei meno spendibili, almeno in Italia.

Laurea in psicologia

Nonostante rimanga una delle lauree più gettonate e scelte dagli studenti, quella in psicologia risulta una di quelle che danno meno soddisfazioni economiche, almeno nel primo periodo. L’ostacolo maggiore ad una rapida soddisfazione economica? Il tirocinio obbligatorio di ben mille ore non retribuite, indispensabili per poter accedere prima all’esame di Stato e poi all’iscrizione all’apposito albo professionale e infine all’esercizio della professione.

Studi umanistici

Gli studi umanistici sono sempre stati considerati la Cenerentola dei percorsi universitari e una delle lauree che portano ad uno stipendio più basso. Lo sbocco professionale principale, in questo caso, è l’insegnamento e, come è noto, è molo difficile accedere alle graduatorie scolastiche e gli stipendi sono tutt’altro che principeschi!

Laurea in cinema tra quelle meno redditizie

E cosa dire del percorso di studi universitario che porta ad una laurea in cinema? Di sicuro difficile e poco redditizio!

Teologia tra le lauree che portano ad uno stipendio più basso

Anche una laurea in teologia sembra non portare ad un conto in banca a molti zeri… In questo campo gli specialisti sono purtroppo pagati meno di quanto si dovrebbe.

Scienze dell’educazione

Ecco un’altra laurea gettonatissima ma che non incontra un corrispondente successo economico quando si accede alla professione. Anche in questo caso lo sbocco professionale principale è costituito dal mondo della scuola, che in questo momento è di difficile accesso, di conseguenza in genere si comincia a lavorare tardi e con stipendi molto contenuti.

DAMS tra le lauree che portano ad uno stipendio più basso

Per accedere a questo settore così specialistico è necessaria, oltre alla laurea, molta esperienza, che di solito non viene adeguatamente retribuita…

Scienze dell’alimentazione

In questo caso la richiesta non cresce tanto quanto il numero di specialisti del settore: è quindi facile capire che avere successo o anche solo lavorare in questo ambito non è semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.