ESPLORA

Il mondo cambia in un battito di ciglia. Riesci a stare sempre sul pezzo? Se sei qui è perché sei curioso e questo è un ottimo primo passo. Proseguiamo l’avventura insieme!

In questo articolo

REALIZZA
Lavorare in California, ecco come fare
lavorare in California

Lavorare in California, ecco come fare

lavorare in California
Pixabay | 12019
Hi-tech, cinema e buon vino oltre, ovviamente, al mare: sono molte le attrattive che la California può offrire a chi è in cerca di lavoro.

In questo articolo

La Silicon Valley con le sue tecnologie avanzate e innovative, Hollywood con le sue famosissime produzioni cinematografiche e le regioni agricole come Santa Barbare offrono infatti numerose possibilità di impiego.
Una delle ricchezze di questo Stato Americano affacciato sul Pacifico è poi il suo clima subtropicale molto caldo e soleggiato, tanto da essere chiamato “lo Stato del Sole”, che rende la regione particolarmente adatta all’agricoltura: la California si può infatti fregiare del titolo di prima potenza agricola del mondo occidentale, oltre ad essere giustamente famosa per le sue uve e i suoi vini. Ma la California anche la capitale mondiale dei software, patria di colossi mondiali partiti da una società sconosciuta con sede in un garage: basti citare, a titolo di esempio, Facebook, Apple, Google e Cisco. Anche l’industria cinematografica, con suoi film di successo prodotti a Hollywood, contribuisce alla ricchezza della regione.

Come si fa a lavorare in California? I metodi di reclutamento non sono molto diversi da quelli italiani: si possono consultare agenzie di reclutamento e annunci sui giornali, ma la strada più comoda e rapida è sicuramente la consultazione di annunci di lavoro su internet. I siti web dedicati alla ricerca di lavoro non mancano e anche il sito web del governo californiano ha una sezione dedicata che contiene un elenco di link per trovare l’offerta di lavoro più adatta alle proprie esigenze. Non mancano le opportunità lavorative nei settori del turismo e della ristorazione: si ricercano in particolar modo cuochi, camerieri, baristi e addetti all’accoglienza. In questi settori lo stipendio viene normalmente pagato ogni settimana e si calcola ad ore di lavoro svolto; in genere l’ora lavorativa di un barista viene retribuita con circa 9 dollari. In questo tipo di lavoro, però, le mance lasciate dai clienti possono influire in maniera significativa sulla cifra finale che si percepirà.
Nel settore hi-tech le possibilità di guadagno sono abbastanza alte, anche se ovviamente variano in base alle competenze di ogni singolo professionista; in media si può dire che un software engineer che lavora in uno dei colossi della Silicon Valley può guadagnare circa 110mila dollari all’anno.
Anche il settore cinematografico offre buone possibilità di lavoro, non solo ad aspiranti attori, ma anche per lavori più tecnici all’interno delle varie produzioni o come animatori nei parchi a tema gestiti dalle case cinematografiche.

Se i canali di reclutamento lavorativo sono simili a quelli italiani e trovare lavoro può non essere così difficile, le norme che regolano l’ingresso lavorativo degli stranieri sono molto diverse. Le regole per il rilascio dei visti lavorativi da parte del governo statunitense, infatti, sono molto severe.
Ci sono diverse tipologie di visti e di diversa durata, a seconda delle diverse esigenze. Se invece c’è un’azienda statunitense già interessata ad assumervi lo svolgimento delle procedure burocratiche per l’ottenimento del visto sarà a loro carico.

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Puoi indicarci come?

4
(1)
Potrebbero interessarti anche...
esplora
Lavoro in banca: comincia dallo stage
esplora
Lavorare in Australia
esplora
Chi trova lavoro, trova un tesoro.
esplora
Microinfluencer, una delle professioni del futuro: ecco come diventarlo