Per diventare campioni in una qualsiasi disciplina sportiva non bastano le doti fisiche, che pure rimangono indispensabili. Servono passione, impegno e sacrifici per allenare la muscolatura, acquisire la tecnica migliore e coltivare il talento naturale di cui si è dotati. E serve anche qualcuno che creda nelle potenzialità del futuro atleta e che lo aiuti a coltivarle.

Dal 1954 le Fiamme Oro, il gruppo sportivo della Polizia di Stato, ha lo scopo di promuovere l’attività sportiva a livello agonistico, soprattutto tra i più giovani, per accrescere il patrimonio sportivo nazionale. Questo gruppo sportivo consente agli atleti più talentuosi di potersi dedicare esclusivamente ad allenamenti e gare, dando loro quella tranquillità necessaria per conseguire buoni risultati in ambito sportivo. Risultati che non si fanno attendere: dall’anno di fondazione ad oggi gli atleti delle Fiamme Oro hanno collezionato ben 77 medaglie olimpiche. Merito anche dei tecnici qualificati che curano la crescita sportiva dei ragazzi per individuare futuri campioni e che si dedicano alla preparazione di atleti di alto profilo in ben 39 discipline sportive, praticate in 9 centri nazionali dislocati in tutta Italia.

Il Ministero dell’Interno ha appena bandito un concorso pubblico volto all’assunzione di 37 atleti di interesse nazionale in differenti discipline, riconosciuti come tali dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni) o dalle Federazioni sportive nazionali,  che andranno ad ingrandire le fila dei gruppi sportivi delle Fiamme Oro della Polizia di Stato.

I posti a concorso sono così ripartiti: sci alpino (1 posto – sesso femminile), sci di fondo (1 posto – sesso maschile), biathlon (1 posto – sesso femminile), atletica leggera (3 posti – sesso maschile; 2 posti – sesso femminile), judo (1 posto – sesso maschile; 2 posti – sesso femminile), karate (1 posto – sesso maschile), pesistica (2 posti – sesso maschile; 1 posto – sesso femminile), pugilato (1 posto – sesso maschile; 1 posto – sesso femminile), nuoto (3 posti – sesso maschile), nuoto sincronizzato (1 posto – sesso femminile), pentathlon moderno (1 posto – sesso femminile), scherma (1 posto – sesso femminile; 1 posto – sesso maschile), tiro a segno(1 posto – sesso femminile), tiro a volo (1 posto – sesso maschile), badminton (2 posti – sesso maschile), rugby (3 posti – sesso maschile), nuoto di fondo (1 posto – sesso femminile), motocross (1 posto – sesso maschile), canoa (1 posto – sesso maschile), canottaggio (1 posto – sesso maschile), taekwondo (1 posto – sesso maschile; 1 posto – sesso femminile).
Con i due posti a concorso messi a disposizione per il badminton, sport olimpico da Barcellona ’92, diventano 40 le discipline sportive che fanno parte dei Gruppi sportivi Fiamme Oro.

Per poter prendere parte al concorso è necessario essere in possesso di alcuni requisiti: bisogna innanzitutto essere cittadini italiani,  avere il pieno godimento dei diritti civili e politici e avere le qualità morali e di condotta richieste. E’ poi necessario essere in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado ed essere stato riconosciuto dal Coni o da altre Federazioni sportive nazionali come atleta di interesse nazionale. L’età deve essere compresa tra i 17 e i 35 anni; i candidati minorenni dovranno però presentare l’autorizzazione all’arruolamento compilata da entrambi i genitori o dal genitore esercente l’esclusiva potestà genitoriale.

La domanda di partecipazione al concorso pubblico bandito dalle Fiamme Oro deve essere compilata e presentata entro il 31 marzo 2014 allegando tutta la documentazione richiesta. Maggiori informazioni e il bando di concorso completo sono disponibili sul sito web della Polizia di Stato.

Francesca Scarabelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON AVERE FRETTA!

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai una volta ogni 15 giorni gli articoli del blog che hanno avuto più successo tra i lettori di MONDOLAVORO.
È un’opportunità, è gratuita, è riservata a chi desidera un’informazione libera e competente.