Nel Lazio presto saranno disponibili 1.200 nuovi posti di lavoro nell’ambito delle professioni sanitarie. I nuovi posti di lavoro nella sanità, più precisamente, sono rivolti a Medici, Infermieri e Tecnici, che saranno inseriti nell’organico tramite concorsi pubblici e stabilizzazioni nei prossimi tre anni.

A comunicare questa notizia dalle importanti ricadute dal punto di vista occupazionale è la stessa Regione Lazio, rappresentata dal Governatore e commissario alla sanità Nicola Zingaretti, che – dopo ben dieci anni di attesa – ha finalmente firmato un decreto che sblocca le assunzioni nel settore sanitario e vara questo nuovo piano assunzionale nel settore sanitario, che porterà all’assunzione di 1.200 persone tra il 2016 e il 2018.

Non saranno, però, tutte nuove assunzioni: circa la metà dei nuovi posti di lavoro disponibili nel Lazio nel settore sanitario sarà riservata alla stabilizzazione degli operatori sanitari precari, mentre gli altri circa 600 posti saranno invece assegnati a precari che abbiano maturato almeno tre anno di servizio nella sanità regionale. In entrambi i casi le risorse saranno inserite con contratti di lavoro a tempo indeterminato.

Più nel dettaglio, il piano di assunzioni nell’ambito delle professioni sanitarie porterà all’assunzione per concorso pubblico e mobilità di 425 persone, alla stabilizzazione di altri 425 precari, che verranno assunti in maniera definitiva, e alla riduzione delle consulenze che porterà all’assunzione di altre 300 persone grazie ai fondi risparmiati in questo modo.
Per potersi candidare per le nuove posizioni aperte in ambito sanitario nella Regione Lazio sarà necessario attendere la pubblicazione dei relativi bandi di selezione, attesa per i prossimi mesi. Per rimanere sempre aggiornati è possibile consultare periodicamente il sito web della Regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

NON AVERE FRETTA!

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai una volta ogni 15 giorni gli articoli del blog che hanno avuto più successo tra i lettori di MONDOLAVORO.
È un’opportunità, è gratuita, è riservata a chi desidera un’informazione libera e competente.