MENU
POTENZIA
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
POTENZIA
Progetto EMY: 120 tirocini nell’ambito della green economy
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Progetto EMY: 120 tirocini nell’ambito della green economy

Espatriare o rimanere? Chissà quante persone si pongono giornalmente questa domanda senza riuscire a trovare una risposta soddisfacente. Complice la crisi economica, purtroppo, le opportunità lavorative non sono molte e, per recarsi all’estero ed avere maggiori opportunità, è fondamentale riuscire a distinguersi grazie ad una preparazione e specializzazione di tutto riguardo. L’unico modo, infatti, per poter aumentare le proprie possibilità di successo lavorativo anche lontano dal nostro Paese, rimane sempre quello di investire sulla propria formazione e credere continuamente nelle proprie capacità e competenze. Fortunatamente, inoltre, basta guardarsi intorno per notare i numerosi progetti, le iniziative e i programmi promossi da vari enti ed associazioni a livello europeo che, con particolare riguardo nei confronti dei giovani, offrono loro varie possibilità di formazione mediante stage e tirocini per specializzarsi e poter inserire nel proprio curriculum vitae rilevanti esperienze. Di certo bisogna annoverare il Progetto EMY, ideato all’interno dell’ambito del Programma per l’Apprendimento Permanente (2007-2013) dell’Unione Europea, ovvero il programma Leonardo da Vinci, che mette a disposizione ben 120 tirocini nell’ambito della green economy. In questo modo anche il mondo della green economy viene ufficialmente inserito all’interno dei vari programmi di formazione europea, ottenendo il giusto riconoscimento.
In linea con gli attuali cambiamenti del mercato, infatti, negli ultimi anni si è verificato un vero e proprio boom delle professioni e delle attività legate all’ambiente, alla sua tutela e alla sua valorizzazione, ma anche relative allo sfruttamento di fonti di energia pulita. Tale tendenze, naturalmente, non potevano essere ignorate dal mondo della formazione dell’Unione Europea il cui obiettivo principale rimane quello di preparare i giovani ad essere competitivi e professionali nel mercato del lavoro non solo europeo, ma mondiale. Il Progetto EMY, acronimo di Euro Mobility for Youngs, è promosso dall’Associazione Centro Studi Aurora Onlus, costituita nel 1990, opera nel campo dei diritti e della formazione mediante la promozione di attività volte a favorire la crescita culturale ed umana della civiltà. Per partecipare al progetto e poter effettuare uno dei 120 tirocini nell’ambito della green economy è necessario essere in possesso di precisi requisiti (indispensabile la maggiore età) tra cui una buona conoscenza della lingua inglese o del Paese presso cui si desidera svolgere l’esperienza formativa, non essere uno studente e, quindi, non essere iscritto ad alcun corso di studio universitario o post-universitario ed essere disoccupati, inoccupati o in cerca di prima occupazione. A ciò bisogna aggiungere le precisazioni relative al titolo di studio: dato che, infatti, il Progetto EMY si rivolge al mondo green, potranno presentare la propria candidatura solo coloro in possesso di titoli di studio conseguiti in aree connesse alla green economy. Solo per fare qualche esempio: periti agrari, agronomi, viticoltori ed enologi, tecnici forestali, energy manager, ingegneri, architetti, laureati in scienze ambientali e altri titoli simili.
Il bando prevede l’assegnazione di 120 tirocini nell’ambito delle energie rinnovabili, dell’agricoltura sostenibile e dell’architettura ecocompatibile. Tali tirocini saranno identificati come vere e proprie borse di mobilità all’interno del programma Leonardo da Vinci e saranno distribuite nel seguente modo: 10 in Francia; 20 in Spagna; 10 nel Regno Unito; 10 in Grecia, 20 in Portogallo; 10 in Lituania; 10 in Irlanda; 10 in Germania; 10 in Slovenia e 10 in Galles. Grazie al Progetto EMY, i giovani fortunati che saranno selezionati avranno l’opportunità di svolgere un’esperienza di tirocinio della durata di ben 11 settimane all’estero. Avranno l’occasione di lavorare a stretto contatto con rilevanti professionisti del settore e, quindi, di acquisire conoscenze e competenze spendibili, in un secondo momento, nel mercato del lavoro internazionale. Tali iniziative promosse dall’Unione Europea mirano a sostenere i giovani in cerca di lavoro attraverso reali opportunità di crescita professionale garantite dalla possibilità di prendere parte ai progetti di mobilità europea, importante risorsa per tutti coloro che desiderano migliorare anche le proprie competenze linguistiche.

Se desiderate avere maggiori informazioni riguardo al Progetto EMY, per consultare il bando e scaricare la domanda di partecipazione, basta cliccare il seguente link. Le candidature potranno essere inviate entro e non oltre il 31 ottobre 2013.

 

Elisa Stampa

STANNO CERCANDO TE!
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.