CONOSCI
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Pubblica amministrazione: come diventare dipendente statale

Nell’immaginario comune il lavoro dei dipendenti della pubblica amministrazione sembra essere più sicuro e meno soggetto a licenziamenti, ma la crisi economica degli ultimi anni ha toccato anche i cosiddetti statali con il congelamento del turn – over, che di fatto blocca l’accesso a questo settore.

Oltre a professionisti da impiegare nel settore amministrativo, ci sarà bisogno di figure con le competenze più svariate: geometri, bibliotecari, assistenti sociali, biologi, architetti e professionisti esperti di gestione finanziaria, marketing territoriale o di nuove tecnologie, giusto per fare qualche esempio.
Per ottenere un posto nel pubblico impiego è solitamente necessario partecipare ad appositi concorsi regolati da bandi: per chi aspira ad approfittare dello sblocco del turn – over è già ora di mettersi sui libri per prepararsi adeguatamente: le fasi di ammissione sono infatti molto severe e possono durare anche due anni.

Chi vuole intraprendere questo tipo di percorso deve armarsi di pazienza e trovare il bando che fa al caso suo. Un buon modo per essere sempre informati sui concorsi banditi dagli enti pubblici è quello di consultare frequentemente la Gazzetta Ufficiale, reperibile in edicole, librerie, Comuni, biblioteche o sul sito web www.gazzettaufficiale.it. I Bollettini ufficiali delle Regioni, invece, pubblicano i bandi che riguardano le Regioni, le Province, i Comuni, le Aziende municipalizzate, gli Enti pubblici e le Aziende Sanitarie Locali. Le modalità per il reclutamento sono stabilite dal Testo Unico sul pubblico impiego e l’assunzione avviene di solito tramite concorso, avviamento a selezione o chiamata numerica.

L’indizione di un concorso viene annunciata attraverso un bando riportato in Gazzetta Ufficiale che specifica il numero di posti disponibili, i requisiti richiesti, la documentazione che deve essere allegata alla domanda, le modalità e la data di scadenza per la presentazione della domanda, le materie su cui verterà l’esame. Solitamente i concorsi sono a livello nazionale, circoscrizionale o provinciale e prevedono assunzioni con Contratto di Formazione Lavoro, a tempo determinato o a tempo indeterminato.
L’avviamento a selezione avviene invece tramite i Centri per l’impiego per l’assunzione di personale in basse qualifiche: le Amministrazioni o gli Enti pubblici inoltrano al Centro per l’impiego competente le indicazioni sul numero di lavoratori da assumere, i requisiti che devono avere, la retribuzione prevista e la durata del contratto di lavoro. I lavoratori interessati possono compilare un apposito modulo presso uno dei Centri per l’impiego che espone la richiesta dell’Ente o dell’Amministrazione: entrerà così in una graduatoria che verrà trasmessa all’ente che assume personale. Gli aspiranti lavoratori pubblici verranno poi convocati in ordine di graduatoria per essere sottoposti a prove di idoneità, che possono consistere in prove pratiche o in sperimentazioni lavorative.
La modalità di chiamata numerica, infine, si applica a lavoratori con situazioni personali difficili (come ad esempio l’invalidità). In questo caso non è obbligatorio indire un concorso pubblico, anche se è comunque prevista una prova di idoneità per i futuri impiegati. L’assunzione può avvenire dopo un percorso di inserimento supportato da misure di politica del lavoro.

STANNO CERCANDO TE!

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Immagina un mondo dove è il lavoro che ti cerca.
Non è più un sogno, ma un progetto a cui stiamo dando forma.

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense

Il mondo cambia in un battito di ciglia. Riesci a stare sempre sul pezzo? Se sei qui è perché sei curioso e questo è un ottimo primo passo. Proseguiamo l’avventura insieme!

Per te che non ti fermi alle apparenze e sei un tipo che va sempre oltre il titolo di un articolo online. Se vuoi scoprire di più (davvero), ma sei stanco del burocratese delle enciclopedie, questa è la tua sezione. 

Nessuno (Avengers a parte) nasce coi superpoteri. La buona notizia che ti diamo è che puoi acquistarli, col tempo e con l’impegno giusto. Come fare? Investi su di te, oggi.  

Jeff Bezos ha dato vita ad Amazon. Chi ha detto che tu non possa creare qualcosa di altrettanto valido? Se hai un sogno (o magari più di uno), ti mancano solo gli strumenti adatti. Inizia ora!

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense