MENU
CONOSCI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
CONOSCI
Rimborso spese universitarie: in arrivo i voucher della provincia di Pescara
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Rimborso spese universitarie: in arrivo i voucher della provincia di Pescara

Garantire a tutti la possibilità di studiare e poter creare, così, il proprio futuro lavorativo. Questo, molto sinteticamente, è il tanto discusso diritto alla studio che, a conti fatti, non sempre viene rispettato e tutelato. Basta dare uno sguardo all’ammontare delle spese universitarie presso i principali atenei universitari italiani per comprendere il perché sono sempre più numerose le famiglie che non possono permettersi di far proseguire gli studi ai propri figli. Alle tasse, inoltre, bisogna aggiungere le spese per l’acquisto dei libri e il fatto di dover mantenere da un punto di vista economico, nella maggior parte dei casi, lo studente in questione. Fortunatamente, però, non mancano le iniziative nate proprio con l’obiettivo di dare la possibilità anche a chi non può permetterselo di proseguire gli studi universitari. In relazione a ciò si segnala l’erogazione di voucher della provincia di Pescara finalizzati a coprire le spese di iscrizione e di frequenza.

Iniziativa dell’Assessorato al Lavoro e alla Formazione, i voucher della provincia di Pescara negli scorsi anni hanno già contribuito ad aiutare oltre trecento giovani a studiare e specializzarsi. L’iniziativa rientra all’interno del Piano Operativo FSE 2012-2013 in modo da incrementare e sostenere l’accesso e la permanenza dei giovani residenti nel territorio in percorsi universitari, sia di laurea che di master, che offrano loro l’opportunità di poter avere maggiori possibilità da un punto di vista lavorativo. Secondo quanto affermato dal presidente Guerino Testa, dall’assessore Antonio Martorella e dal dirigente Tommaso Di Rino:‹‹È una delle numerose iniziative promosse dalla Provincia per promuovere formazione e lavoro, ben sapendo che purtroppo non abbiamo la bacchetta magica per creare posti di lavoro. Con i voucher, però, aiutiamo i giovani a specializzarsi, in particolare coloro che non avrebbero i mezzi per farlo, come testimoniano i casi registrati nelle passate edizioni››.

Può usufruire dei voucher della provincia di Pescara chi è residente in uno dei comuni del territorio e nell’anno accademico 2012-2013 è stato iscritto ad un corso universitario in Italia o all’estero. Bisogna essere in regola con il corso di studio, il reddito ISEE riferito all’anno 2012 non deve essere superiore a 25 mila euro e, tra l’1 agosto 2012 ed il 31 luglio 2013, bisogna aver superato almeno un esame. Per quanto riguarda i corsi universitari devono essere stati erogati da Università riconosciute dal MIUR, mentre per l’estero, dal Ministero di riferimento. Naturalmente sono ammessi tutti corsi: laurea triennale, magistrale a ciclo unico, laurea specialistica ed anche master di I e II livello.

Da un punto di vista economico ecco i dettagli dei voucher della provincia di Pescara:

  • un voucher per rimborsare le spese di iscrizione universitaria (tasse e contributi) quando effettivamente sostenute. In relazione alle spese sostenute tra l’1 agosto 2012 ed il 31 luglio 2013 si può ottenere un rimborso massimo fino a 5 mila euro;
  • un assegno annuale per le spese di frequenza il cui importo viene stabilito in base al calcolo tra la sede di residenza e la sede universitaria. Nello specifico, è possibile ottenere un rimborso pari a 450 euro in caso di frequenza presso atenei siti nella stessa città dove si risiede; 1300 euro per atenei distanti fino a 100 chilometri; 4 mila euro per atenei situati in Italia distanti oltre i 100 chilometri e ben 8 mila euro nel caso in cui si frequenti un ateneo all’estero.

Da queste somme sono escluse le spese per i viaggi, l’alloggio, il trasporto ed il materiale didattico di qualunque tipo. Se desiderate presentare la vostra domanda di partecipazione vi basterà collegarvi al seguente sito web dove troverete l’avviso ufficiale e la modulistica da scaricare. Per inviare la propria candidatura c’è tempo fino all’11 novembre.

 

Elisa Stampa

 

 

 

STANNO CERCANDO TE!
Precedente
Successivo
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Altri articoli che potrebbero interessarti