MENU
CONOSCI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
whiteBorder
CONOSCI
Rinnovo Isee 2020 per il Reddito di Cittadinanza: ecco cosa sapere
simulatore reddito di cittadinanza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Rinnovo Isee 2020 per il Reddito di Cittadinanza: ecco cosa sapere
simulatore reddito di cittadinanza
Il Reddito di Cittadinanza è stato prorogato, ma per continuare ad usufruirne è necessario adempire ad alcune formalità burocratiche, pena la sospensione del beneficio.

Uno di questi adempimenti è il Rinnovo Isee 2020 per il Reddito di Cittadinanza, che deve essere rinnovato entro il 31 gennaio 2020 da chi già l’anno scorso aveva diritto al sussidio. Questa operazione è necessaria e obbligatoria perchè consente di verificare che la situazione economica e patrimoniale dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza sia rimasta inalterata rispetto allo scorso anno e che quindi possano continuare a godere del sussidio.

Per leggere tutto quello che c’è da sapere sul Reddito di Cittadinanza e scoprire se ne avete diritto potete cliccare qui per il nostro approfondimento e qui per capire come funziona il simulatore online.

Rinnovo Isee 2020, come fare per ottenerlo

Come abbiamo visto, il rinnovo dell’Isee, ovvero dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, è obbligatorio per continuare a godere del Reddito di Cittadinanza e a continuare a riscuotere il relativo assegno mensile, che in caso contrario verrà sospeso a partire da febbraio 2020. Cose fare ad ottenere il Rinnovo Isee 2020? Per prima cosa bisogna compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un documento che riporta tutte le informazioni anagrafiche, reddituali e patrimoniali necessarie per tracciare il quadro della situazione economica globale del nucleo famigliare. Questo documento può essere richiesto per accedere non solo al Reddito di Cittadinanza, ma anche ad altre prestazioni come, ad esempio, la pensione di cittadinanza, il bonus bebè o la carta Rei.

Per ottenere la DSU ci si può recare in un Caf abilitato con la Certificazione Unica 2019 che attesta i redditi del 2018, le giacenze medie su conti correnti o libretti bancari o postali al 31 dicembre 2018, la visura catastale degli immobili di proprietà e le tarche dei veicoli posseduti. Sulla base di tutte queste informazioni verrà appunto stilata la Dichiarazione Sostitutiva Unica, che verrà poi inoltrata all’Inps per via telematica per richiedere il rilascio dell’attestazione Isee.

Rinnovo Isee 2020: Isee precompilato

Una alternativa alla procedura che abbiamo descritto prevede che l’interessato scarichi l’Isee precompilato direttamente dal sito web dell’Inps. L’amministrazione finanziaria, infatti, ha la possibilità di recuperare buona parte dei dati necessari grazie alle banche dati del Catasto e dell’Agenzia delle Entrate. Sarà poi il contribuente stesso ad integrare questi dati, modificando e integrando la DSU e poi inoltrandola in maniera autonoma all’Inps.

reddito cittadinanza
Pixabay | jojooff

Rinnovo Isee 2020: i documenti necessari

Vediamo quali sono nel dettaglio i documenti e i dati che è necessario presentare per procedere con la compilazione della DSU che, vi ricordiamo, è necessaria per il rinnovo Isee 2020. Per evitare problemi, inconvenienti e perdite di tempo vi consigliamo di prepararli in anticipo e di averli sottomano prima di procedere all’operazione, in modo da poter continuare a beneficiare del Reddito di Cittadinanza senza interruzioni.

Documenti relativi ai dati anagrafici

E’ necessario presentare:

  • carta di identità del richiedente;
  • tessera sanitaria;
  • permesso o carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari;
  • stato di famiglia autocertificato;
  • eventuale sentenza di separazione;
  • certificazione di disabilità per i cittadini invalidi e/o la certificazione di non autosufficienza del richiedente o di un soggetto a carico;
  • contratto di affitto;
  • libretto di circolazione di tutti i veicoli posseduti.

Rinnovo Isee 2020: i documenti reddituali

Sono ovviamente indispensabili perchè permettono di controllare che siano soddisfatti tutti i requisiti reddituali per accedere al Reddito di Cittadinanza. Bisogna presentare:

  • dichiarazione dei redditi;
  • Certificazione Unica;
  • buste paga;
  • redditi esenti e/o non imponibili;
  • elenco dei contributi percepiti da vari Enti;
  • eventuali assegni per il coniuge e per i figli;
  • canoni di locazione.

I documenti relativi al patrimonio mobiliare e immobiliare

Per quanto riguarda questo aspetto, per il rinnovo Isee 2020 è necessario presentare:

  • Iban e codice fiscale dei soggetti che gestiscono il patrimonio mobiliare posseduto;
  • giacenza media dei conti correnti;
  • informazioni relative al denaro sui conti correnti;
  • il residuo capitale relativo ai mutui;
  • titoli posseduti, investimenti, azioni, obbligazioni e così via;
  • titoli di possesso di fabbricati e terreni;
  • assicurazioni.

Rinnovo Isee 2020: cosa succede agli inadempienti e ai ritardatari?

Chi non procede al rinnovo Isee 2020 o vi provvede dopo il termine ultimo previsto, cioè il 31 gennaio, cosa rischia? Queste persone vedranno la momentanea sospensione del sussidio in attesa del nuovo Indicatore della Situazione Economica Equivalente, quindi in sostanza vedranno sospeso l’assegno del Reddito di Cittadinanza a partire da febbraio 2020. Attenzione, il beneficio non verrà cancellato del tutto, ma solo “congelato” in attesa della presentazione del nuovo Isee.

STANNO CERCANDO TE!
Precedente
Successivo
LIBRI CONSIGLIATI

Questo articolo ti è stato utile?

Clicca sulle stelle per valutare l'articolo!

Siamo spiacenti che questo articolo non sia stato utile per te!

Con il tuo aiuto possiamo migliorarlo.

Puoi indicarci come?

Altri articoli che potrebbero interessarti