Negli ultimi anni si assiste ad un aumento costante del numero di persone che lavorano nel web. Si sente molto parlare delle cosiddette “nuove professioni” su cui, però, vi è anche un alone di mistero. Risulta innegabile, infatti, che a parte i professionisti e gli esperti del settore, vi sia un po’ di confusione in proposito. Proprio per fare chiarezza, il 14 febbraio 2013 l’Associazione IWA Italy ha pubblicato un documento ufficiale in cui vengono presentati ben 21 profili professionali operanti nel web uniformati secondo le direttive CEN. Tra questi, una figura oggi molto ricercata è il Search Engine Expert che viene definito come: “Figura professionale che, gestendo e supportando lo sviluppo di servizi Web e di marketing digitale, si occupa del raggiungimento del miglior ritorno sull’investimento (ROI) dato dalla visibilità all’interno di motori di ricerca e servizi a loro afferenti”.

google

Pixabay | FirmBee

Chi aspira a ricoprire tale ruolo deve possedere importanti qualità relazionali e organizzative tra cui è necessario ricordare il problem solving, l’ascolto attivo e, soprattutto, ottime capacità di comunicazione sia con i clienti che con il resto del team di lavoro con cui si collabora continuamente. Da un punto di vista linguistico è fondamentale la conoscenza della lingua utilizzata dal gruppo di lavoro, ma anche del linguaggio web, sempre più intriso di acronimi e slang. Per quanto riguarda la conoscenza dell’inglese, essendo le professioni web non circoscrivibili territorialmente, si consiglia di conseguire delle certificazioni linguistiche, riconosciute a livello internazionale, almeno di livello B2. Da un punto di vista tecnico è indispensabile la conoscenza degli standard web e delle componenti e regole proprie dei motori di ricerca maggiormente utilizzati dagli utenti, così come una buona padronanza degli strumenti di test e dei principi di ottimizzazione del ranking. Naturalmente le competenze informatiche costituiscono una base indispensabile da cui partire per intraprendere tale professione.

Quali sono gli obiettivi del Search Engine Expert? In generale si occupa delle varie fasi del progetto e della verifica dei risultati relativi al posizionamento sui motori di ricerca, nello specifico i suoi compiti possono essere riassunti nel seguente modo:

  • Progetta e gestisce la promozione online che avviene sempre più su blog, forum e social network;
  • è un valido supporto nelle sviluppo di interfacce e applicazioni per il Web;
  • controlla il posizionamento e si occupa della redazione di report periodici;
  • fornisce le direttive di progetto al resto del team di lavoro;
  • forma il personale che si occupa della pubblicazione di contenuti web in modo che siano adeguatamente ottimizzati per i motori di ricerca.

Attualmente, inoltre, deve essere un esperto per tutto ciò che riguarda il mondo dei social network tra cui spiccano Facebook, Twitter, Google+ e Tumblr. Data la complessa articolazione del suo lavoro, il Search Engine Expert può lavorare sia all’interno di un’organizzazione o azienda, sia come freelance e collaborare con le numerose agenzie di comunicazione specializzate in web marketing ormai presenti su tutto il territorio nazionale e internazionale. Bisogna considerare che ormai qualunque azienda, organizzazione e società ha non solo un sito internet, ma anche un proprio account sui vari social network con cui tenta sia di diffondere la conoscenza delle proprie attività ed iniziative, m anche di instaurare un rapporto più diretto con i propri clienti. Ne consegue che le prospettive di lavoro sono davvero molte e in grande aumento.
Se siete appassionati di tutto ciò che riguarda il web e possedete delle buone conoscenze tecniche ed informatiche, questa professione potrebbe essere il giusto ruolo lavorativo su cui investire tempo e formazione.
Per avere maggiori informazioni a riguardo potete visitare il sito della IWA Italy in cui approfondire la scheda tecnica relativa al Search Engine Expert.

 

Elisa Stampa