MENU
Tirocini per laureati al Parlamento europeo

Questa opportunità è scaduta! Vuoi rimanere aggiornato sul mondo del lavoro?
Cogli l’attimo! Iscriviti alla newsletter di MondoLavoro.

Per i giovani laureati che desiderano svolgere un’esperienza di formazione all’estero le opportunità sono davvero numerose. In qualunque ambito e settore è sufficiente guardarsi attorno e navigare un po’ sul web per trovare tante occasioni di stage sia presso aziende private che enti pubblici. Ad esempio, fino al 15 ottobre è possibile candidarsi per partecipare ai tirocini per laureati al Parlamento europeo: circa cento posti messi a disposizione attraverso l’erogazione delle borse di studio Robert Schuman. Come già più volte sottolineato, oltre al valore del tirocinio mediante cui si ha la possibilità di mettersi concretamente al lavoro al fianco di importanti professionisti, è necessario considerare l’elevato prestigio dell’ente: inserire nel proprio curriculum vitae un’esperienza formativa di tale entità rappresenta di certo un ottimo biglietto di presentazione durante la successiva fase di ricerca del lavoro.

Nel 2013 le borse di studio Robert Schuman hanno registrato un vero e proprio successo: basti pensare che solo per il primo turno di partenze sono state presentate oltre 6 mila domande di partecipazione. Fortunatamente, quindi, le opportunità per investire sulla propria formazione ci sono, bisogna semplicemente stare sempre attenti ai nuovi bandi che periodicamente vengono pubblicati. I numerosi tirocini per laureati al Parlamento europeo rappresentano un’ottima occasione formativa anche per quanto riguarda l’aspetto economico che, ed è innegabile negarlo, soprattutto di questi tempi è un fattore di grande rilievo.

L’importo della borsa di studio ammonta a 1.213 euro lordi al mese, tassati secondo la normativa vigente pressi il Paese di provenienza del candidato. In caso di particolare necessità, inoltre, per la prima mensilità è possibile chiedere persino un anticipo del 90% sul totale. Se non ciò non bastasse ad invogliarvi a presentare la vostra candidatura, il regolamento prevede anche il rimborso delle spese di viaggio sia di andata che di ritorno: naturalmente si tratta di un conteggio forfettario basato sui chilometri di distanza di cui non può usufruire chi abita a meno di 50 chilometri dalla sede del tirocinio. I tirocinanti saranno spesso inviati presso altre sedi di lavoro del Parlamento e potranno usufruire di una diaria che può arrivare fino ad un massimo di 180 euro.

I tirocini per laureati al Parlamento europeo consentiranno ai partecipanti di acquisire nuove competenze, perfezionare le conoscenze acquisite durante il proprio percorso di studio ed approfondire le attività dell’Unione europea. I tirocini hanno una durata di 5 mesi non prorogabili, ed è possibile scegliere tra due opzioni: opzione generale ed opzione giornalismo. Per questa edizione si prevedono le partenze per il mese di marzo 2014. Per quanto concerne i requisiti d’accesso è sufficiente aver conseguito almeno una laurea triennale, avere un’ottima conoscenza di una delle lingue ufficiali dell’Unione Europea e, naturalmente, provenire da un Paese Ue. Per quanto riguarda l’opzione giornalismo è richiesta una comprovata esperienza nel settore mediante pubblicazioni, l’iscrizione all’ordine dei giornalisti, l’aver pubblicato articoli o possedere un titolo di studi attinente.

Come funziona la selezione per candidarsi ai tirocini per laureati al Parlamento europeo? Innanzitutto è necessario la compilazione dell’application form online (consultabile al seguente link): prestate molta attenzione perché ogni sessione scade dopo 30 minuti. Le candidature ricevute verranno sottoposte alla Direzione generale che selezionerà i partecipanti valutandoli in base al titolo, al curriculum e cercando di rispettare l’equilibrio tra nazionalità e genere dei candidati. Generalmente entro 2-3 mesi dall’inizio dello stage, in caso di esito positivo si riceve una e-mail da parte dei selezionatori contenente la proposta di stage e la richiesta di spedizione dei documenti cartacei necessari per avviare le procedure di inserimento all’interno del progetto. Come conferma ufficiale dell’inizio dello stage la Direzione invia una lettera formale.

Non resta che rimboccarsi le maniche ed approfittare di queste eccellenti iniziative per poter iniziare a costruire, passo dopo passo, il proprio futuro lavorativo tenendo sempre sotto controllo i numerosi progetti di formazione promossi dalla Comunità europea.

 

Elisa Stampa

 

 

 

 

Immagina un mondo dove è il lavoro che ti cerca.
Non è più un sogno, ma un progetto a cui stiamo dando forma.

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense

Il mondo cambia in un battito di ciglia. Riesci a stare sempre sul pezzo? Se sei qui è perché sei curioso e questo è un ottimo primo passo. Proseguiamo l’avventura insieme!

Per te che non ti fermi alle apparenze e sei un tipo che va sempre oltre il titolo di un articolo online. Se vuoi scoprire di più (davvero), ma sei stanco del burocratese delle enciclopedie, questa è la tua sezione. 

Nessuno (Avengers a parte) nasce coi superpoteri. La buona notizia che ti diamo è che puoi acquistarli, col tempo e con l’impegno giusto. Come fare? Investi su di te, oggi.  

Jeff Bezos ha dato vita ad Amazon. Chi ha detto che tu non possa creare qualcosa di altrettanto valido? Se hai un sogno (o magari più di uno), ti mancano solo gli strumenti adatti. Inizia ora!

Copyright 2019 © MondoLavoro
Un progetto DigitalSense

NON AVERE FRETTA!

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai una volta ogni 15 giorni gli articoli del blog che hanno avuto più successo tra i lettori di MONDOLAVORO.
È un’opportunità, è gratuita, è riservata a chi desidera un’informazione libera e competente.